TARTUFI AL CIOCCOLATO

 

Ricetta tratta dal libro “Dolce” di Ladurée, piccole golosità con un solo difetto, finiscono troppo in fretta!!!!

INGREDIENTI

250 gr cioccolato fondente al 70%

65 gr di burro a pomata

150 gr di panna liquida

20 gr di zucchero semolato

100 gr di cacao amaro in polvere  

 Trito il cioccolato fondente e lo metto in una ciotola 

In un pentolino porto ad ebollizione la panna e lo zucchero 

  Verso la panna calda in tre volte sul cioccolato

Mescolo ogni volta per rendere il composto omogeneo  

 Deve diventare un composto liscio e vellutato 

 Ammorbidisco il burro a microonde rendendolo cremoso e lo aggiungi al cioccolato

Mescolo bene 

 Quando è lucido e amalgamato copro la ciotola con una pellicola e ripongo in frigorifero per un’ora a far rassodare

Trascorso il tempo di raffreddamento lo tolgo dal frigorifero e lo lascio per mezz’ora a temperatura ambiente, lo mescolo un attimo 

Aiutandomi con due cucchiaini prelevo delle piccole porzioni di ganache 

 Mi infilo un paio di guanti, verso delle piccole porzioni di impasto in una ciotola dove ho versato il cacao in polvere 

 Li ricopro di cacao e con le mani formo dei tartufini irregolari 

 Li appoggio in piccoli pirottini di carta 

 Li allineo in una scatola a chiusura ermetica e conservo in frigorifero

  

Annunci

PASTIERA NAPOLETANA CON PASTA FROLLA AI PISTACCHI E GOCCE DI CIOCCOLATO

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1829.jpg

È una preparazione piuttosto lunga ma non così difficile, nel periodo natalizio e pasquale non può mancare, preparate magari la pasta il giorno prima e tenetela in frigorifero
Io ho provato una variante, se volete la pastiera classica, fate una classica pasta frolla (la ricetta sul blog) e invece del cioccolato sostituite con i canditi

INGREDIENTI PER 1 TORTIERA DI 32 CM

1 pasta frolla al pistacchio (vedi ricetta sul blog)

RIPIENO

580 gr di grano cotto per pastiera (si trova in vasetti al supermercato nel reparto pasticceria)
500 gr di latte
1 bottiglietta di acqua di fiori d’arancio
1 pizzico di sale
1 arancio solo la buccia grattugiata (si trova al supermercato nel reparto pasticceria)
500 gr di ricotta
6 uova
400 gr di zucchero (la ricetta ne prevede 500 gr, io ho diminuito)
120 gr di gocce di cioccolato
2 bustine di vanillina

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1808.jpg

In un pentolino verso 250 gr di latte con il grano cotto, un cucchiaio di zucchero preso dal peso totale, un pizzico di sale

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1809.jpg

Aggiungo 1/4 di bottiglietta di acqua di fiori di arancio la buccia grattugiata di un arancio

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1810.jpg

Verso un cucchiaino di cannella (è facoltativo)

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1811.jpg

Mescolo bene e porto sul gas al minimo facendola bollire e mescolando per 10 minuti, poi spengo e lascio raffreddare

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1812.jpg

Secondo step, verso la ricotta in una grande ciotola

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1813.jpg

La stempero bene con i rimanenti 250 gr di latte

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1814.jpg

In due ciotole separo i tuorli dagli albumi
Monto con le fruste elettriche i tuorli con 390 gr di zucchero (10 gr li ho messi nel grano cotto) finché diventano chiari e spumosi

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1817.jpg

Monto a neve ben ferma gli albumi

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1818.jpg

Aggiungo il grano cotto intiepidito ai tuorli montati amalgamando bene

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1819.jpg

Verso le gocce di cioccolato, la rimanente acqua di fiori di arancio e due bustine di vanillina

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1820.jpg

Aggiungo le chiare montate a neve, prima alcuni cucchiai mescolando velocemente poi il resto mescolando dal basso verso l’alto

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1821.jpg

Devo ottenere una crema omogenea, sarà piuttosto liquida

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1822.jpg

Rivesto una tortiera a bordi alti con carta forno, poi stendo la pasta frolla al pistacchio sottilmente tenendo il bordo di almeno 4/5 cm e tengo da parte un po’ di impasto per le strisce decorative

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1816.jpg

Verso la crema nel guscio di pasta

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1823.jpg

Con il matterello stendo le strisce che intaglio con una rotella dentata

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1824.jpg

Decoro la torta con le strisce di pasta, inforno a 180 gradi per 1 ora, 1 ora e 10, deve raggiungere un colore dorato intenso
A questo punto spengo il forno e lascio la torta al suo interno per mezz’ora
Tolgo dal forno e lascio raffreddare completamente
Sformo la torta delicatamente e spolverizzo con zucchero a velo
La torta è ottima se consumata un paio di giorni dopo la preparazione

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1825.jpg

Una torta ricca e sostanziosa tipica della tradizione napoletana, generalmente si prepara nel periodo pasquale, a casa mia è tradizione prepararla a Natale, buona comunque in qualsiasi periodo dell’anno
BUON NATALE A TUTTI!!!!!

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1827-0.jpg

Buonissima, sostanziosa sicuramente ma con un ripieno morbido e saporito, molto laboriosa ma vi assicuro che ne vale la pena, questa dose é molto grande, potete dimezzare

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/8bc/60500751/files/2014/12/img_1899.jpg