PANCARRÈ AL CAFFÈ

Un pane molto particolare, soffice e profumatissimo, neutro quindi lo potete gustare a colazione con marmellata o crema al cioccolato, ma ottimo con formaggi e salumi, una vera soddisfazione vederlo crescere, e sentire il profumo per tutta la stanza

INGREDIENTI

750 GR DI FARINA MANITOBA

4,5 GR DI LIEVITO DI BIRRA SECCO O 15 FRESCO

45 GR DI BURRO

15 GR DI SALE

1 CUCCHIAIO DI MIELE

150 GR DI CAFFÈ FORTE

200 ML DI ACQUA

4 CUCCHIAINI DI CAFFÈ IN POLVERE

1 UOVO PER LA SUPERFICIE

Nel cestello della planetaria ma potete farlo anche a mano, verso la farina, il lievito, il caffè in polvere

Mescolo il caffè con metà acqua, il resto la tengo da parte

Aggiungo il miele e mescolo per scioglierlo

Verso pian piano il caffè ed inizio ad impastare con il gancio

Unisco il sale

Aggiungo l’acqua che avevo tenuto da parte

Se l’impasto vi sembra slegato potete aggiungere ancora un po’ di acqua poca per volta, quando inizia ad incordarsi, aggiungo il burro morbido un pezzettino per volta, aggiungendolo quando il precedente é stato assorbito

Lascio lavorare, deve risultare un impasto morbido ma non appiccicoso, lo tolgo dall’impastatrice e lo metto sul piano di lavoro, impasto con le mani poi formo una palla

La metto in una grande ciotola, copro con la pellicola e lascio lievitare in forno spento con la luce accesa per 2 ore

Trascorse le 2 ore l”impasto deve più che raddoppiare

Lo tolgo dalla ciotola e lo rovescio sul pano di lavoro, e schiaccio leggermente

Piego l”impasto portando un lato al centro

Poi chiudo dall”altro lato e formo un rotolo regolare, ho rivestito uno stampo da plumcake con carta forno

Appoggio il rotolo nello stampo tenendo la chiusura sul fondoe copro con pellicola, metto nuovamente a lievitare in forno spento con la luce accesa per almeno 1 ora

L’impasto deve raddoppiare, batto con una forchetta l”uovo intero e spennello delicatamente tutta la superficie

Inforno a 180 gradi per 50 minuti, se si colorisce troppo, copritelo co la carta stagnola e finite la cottura

Bellissimo, gonfio e dorato, lo lascio raffreddare poi lo tolgo dallo stampo e lo affetto

Si conserva parecchi giorni io lo avvolgo in carta forno e poi in un sacchetto di carta, tostato é buonissimo

PIADINA CON CREMA DI ZUCCA

Una ricetta sorprendente che non avevo mai visto, io amo la zucca e essendo stagione la utilizzo spesso sia per ricette dolci e salate, la piadina poi la amo in tutti i modi, con diversi tipi dì farine, potete farcirla come più vi piace, assume un bel colore giallo, un gusto delicato, si conservano in frigorifero per alcuni giorni coperte con pellicola o meglio ancora sottovuoto

INGREDIENTI PER 6 PIADINE DI 30 CM

500 GRDI FARINA 00 ( + quella di supporto)

250 GR DI ZUCCA LESSATA

200 GR DI LATTE

16 GR DI SALE

50 GR DI OLIO EXTRAVERGINE

MEZZO CUCCHIAINO DI BICARBONATO

In una ciotola verso la farina, la polpa di zucca, il sale e il bicarbonato

Unisco l”olio e il latte

Inizio ad impastare prima con un cucchiaio

Poi verso l’impasto sulla spianatoia e inizio ad impastare, probabilmente dovrete aggiungere ancora farina, dipende da quanto la vostra zucca é morbida, formo una palla, copro e la lascio riposare almeno mezz”ora

A questo punto per essere precisa peso l”impasto e lo divido in 6 pezzi uguali e formo delle palline

Infarino il piano di lavoro e inizio ad allargare la pallina prima a mano poi con un matterello

Formo la classica piadina

Io ho la piastra in ferro per la piadina, se non l”avete va bene anche una padella antiaderente, se volete potete fare delle palline più piccole e delle piadine quindi più piccole, le cuocio prima da un lato e quando si coloriscono le giro

Le cuocio tutte, adesso potete farcirle come più vi pace, io le ho spalmate di squacquerone

Ho grigliato delle zucchine che ho condito con sale pepe e olio

Aggiungo del prosciutto crudo

Le piego a metà e le scaldo per pochi minuti sulla griglia

Pronte, buonissime, servitele con una buona birra o anche un vino bianco frizzante

PAN BRIOCHE ALLA ZUCCA CON GOCCE DI CIOCCOLATO

Buonissimo e sofficissimo questa ricetta di Sonia Peronaci che ho riproposto fedelmente, adatto per colazione o merenda, facile, solo un po’ di pazienza per la lievitazione, ma la soddisfazione di vederlo gonfiarsi vi assicuro é grande

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA PLUMCAKE 10 X 28

235 GR DI FARINA MANITOBA

200 GR DI FARINA 00

2 UOVA MEDIE (SGUSCIATE 100 GR)

160 GR DI POLPA DI ZUCCA MANTOVANA LESSATA

60 GR DI BURRO + 20 GR

80 GR DI ZUCCHERO

7 GR DI LIEVITO DI BIRRA DISIDRATATO

1 CUCCHIAINO DI VANIGLIA

1 PIZZICO DI SALE

100 GR DI GOCCE DI CIOCCOLATO (tenetele in frigorifero fino al momento dell’utilizzo)

PER SPENNELLARE IN SUPERFICIE

1 UOVO

MANDORLE A SCAGLIE

Per prima cosa pulisco la zucca, tolgo la buccia e i semi e la taglio a cubetti, io l’ho cotta a vapore, potete anche cuocerla al forno

Dopo averla lessata la lascio asciugare bene su carta assorbente,peso i 160 gr e li metto nel bicchiere alto del mixer, aggiungo le uova e frullo

Ottengo una morbida crema

Nel cestello della planetaria, ma si può impastare anche a mano, verso le due farine, il lievito e lo zucchero

Inserisco il gancio ed inizio ad impastare versando la crema di zucca

Aggiungo la vaniglia e il sale e lascio lavorare, l’impasto si deve incordare, si deve staccare dalle pareti della planetaria

Aggiungo il burro ammorbidito ma non sciolto, poco per volta, un pezzettino alla volta, aspettando che un pezzetto sia assorbito prima di aggiungere il successivo, impasto ancora qualche minuto finché l’impasto é omogeneo, se volete potete aggiungere le gocce di cioccolato adesso oppure proseguire seguendo la ricetta originale

Verso sul piano di lavoro che ho imburrato con la metà dei 20 gr che ho tenuto da parte e sciolto a microonde

Formo una palla

La metto in una ciotola imburrata con il burro rimasto, la copro con la pellicola e la metto a lievitare per 2 ore e mezza in forno spento con la luce accesa

Intanto imburro e infarino lo stampo, trascorso il tempo di lievitazione il vostro impasto sarà più che raddoppiato

Rovescio l’impasto sul piano di lavoro, lo appiattisco

Lo taglio in 4 pezzi dello stesso peso

Formo 4 rettangoli e distribuisco 25 gr di gocce di cioccolato su ogni pezzo

Ripiego verso l’interno i 4 angoli della pasta formando un fagottino che chiudo

Porto la chiusura verso il basso

Arrotolo e formo 4 palline ben chiuse

Le dispongo nello stampo , copro con la pellicola e lascio lievitare sempre in forno spento con la luce accesa per mezz”ora

L”impasto deve gonfiarsi ancora, batto l’ uovo in una ciotolina e spennello delicatamente

Cospargo con le scaglie di mandorle, se vi pace potete sostituirle con granella di nocciole, noci o pistacchi

Cuocio in forno statico preriscaldato a 170 gradi per circa 35/40 minuti, se il pan brioche si colorisce troppo metto un foglio di alluminio sulla superficie e proseguo con la cottura, a cottura ultimata con uno stecchino di legno pungo l’impasto per verificare la cottura, é perfetta quando lo stecchino esce asciutto

Lo lascio intiepidire prima di toglierlo dallo stampo, si conserva alcuni giorni sotto una campana di vetro, si può congelare già affettato, buonissimo, soffice e profumato

Il giorno dopo ho tostato una fetta nel tostapane, vi assicuro fantastica

PANE AI SEMI SENZA IMPASTO

Procuratevi una pentola con coperchio, io questa volta ne ho utilizzata una in pirex, di solito ne utilizzo in terracotta o ghisa, ma anche in acciaio, l’importante che sopporti la temperatura fino a 250 gradi

Un pane buonissimo, veloce da preparare, solo l’attesa per la lievitazione, una pagnotta che vi durerà tutta la settimana morbido, conservato in sacchetti alimentari

INGREDIENTI

300 GR DI FARINA MANITOBA

200 GR DI FARINA 00

340 GR DI ACQUA TIEPIDA

2 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE

3 GR DI LIEVITO DI BIRRA DISIDRATATO O 8 GR. FRESCO

10 GR DI SALE

6 GR DI MIELE O MALTO

1 CUCCHIAIO DI SEMI DI LINO

1 CUCCHIAIO DI SEMI DI SESAMO

1 CUCCHIAIO DI SEMI DI PAPAVERO

1 CUCCHIAIO DI SEMI DI ZUCCA

In una ciotola mescolo le due farine

Aggiungo il sale e mescolo

Aggiungo il lievito

Il miele

Verso tutta l”acqua

Aggiungo l”olio

Mescolo velocemente con un cucchiaio, resterà piuttosto rustico come impasto

Aggiungo tutti i semi e mescolo

Copro con una pellicola la ciotola e la metto nel forno spento, deve lievitare da un minimo di 12 ore fino a 15 ore

Quindi il giorno dopo lo riprendo, si saranno formando molte bollicine e l’impasto risulterà molliccio ma va bene così

Infarino abbondantemente il piano di lavoro e rovescio l’impasto

Lo appiattisco e infarino, lo piego in tre, prima un lato

Poi l”altro

Chiudo nuovamente dal lato opposto aggiungendo farina

Lo giro infarinando la superficie, tengo la chiusura sotto e formo una bella palla

Copro con una ciotola e lascio lievitare 1 ora

Porto intanto il forno a 250 gradi con la padella che avete scelto

Quando ha raggiunto la temperatura con molta attenzione tolgo la pentola dal forno, tolgo il coperchio e rovescio il pane, la chiusura del pane resta sopra, inforno per 30 minuti, poi tolgo il coperchio e cuocio ancora per 10 minuti, a cottura ultimata lo tolgo dalla pentola e lo lascio raffreddare su una gratella

PANE IN CASSETTA

INGREDIENTI STAMPO 15 X 35

Una ricetta tratta dal blog “ Viva la focaccia,” ottimo per colazione con burro e marmellata ma essendo neutro é adatto per preparare dei toast, al momento dell’utilizzo potete tostarlo, ottima ricetta, avrete il pane per tutta la settimana, su “Viva la focaccia” troverete una tabella che vi darà le dosi esatte in base al vostro stampo

782 GR DI FARINA 0

462 GR DI ACQUA

29 GR DI ZUCCHERO

20 GR DI SALE

67 GR DI BURRO

3 GR DI MALTO O MIELE O ZUCCHETO

25 GR DI LIEVITO DI BIRRA FRESCO O 7 DISIDRATATO

Nella ciotola della planetaria verso l’acqua, aggiungo il miele, lo zucchero, il lievito, se utilizzate quello fresco scioglietelo nel liquido, oppure unite quello disidratato, aggiungo metà farina ed inizio ad impastare con il gancio

Quando la farina é stata assorbita, aggiungo i pezzetti di burro morbido

Quando é stato incorporato aggiungo il sale

Ora pian piano aggiungo il resto della farina

Dopo 4/5 minuti con una spatola stacco bene l”impasto dal fondo in questo modo si aiuta lo sviluppo del glutine che darà elasticità facilitando la lievitazione

Continuo a lavorare impastando per almeno 10 minuti, deve essere ben incordato quindi rovescio l”impasto sulla spianatoia infarinata

La lavoro un attimo, formo una palla bella liscia

La metto in una ciotola infarinata , copro con la pellicola e la metto a lievitare coperta con pellicola nel forno spento con la luce accesa per 45 minuti

Trascorso il tempo rovesvio l’impasto sulla spianatoia

La appiattisco e formo una piega a tre

Appiattisco con la mano

Arrotolo nel senso opposto

Copro con un canovaccio o una ciotola e lascio riposare 10 minuti quindi appiattisco sempre con le mani tenendo come misura la lunghezza dello stampo

Piego 1/3 della pasta su sé stessa

Quindi chiudo con l’altro lato sovrapponendolo

Formo un rotolo con la chiusura verso il basso

Adagio nello stampo, se avete uno stampo chiuso non microforato potete imburrarlo

Spennello la superficie con un uovo sbattuto

Copro con una pellicola senza metterla a contatto e lascio lievitare per circa 60/75 minuti, 20 minuti prima di infornare porto il forno a 220 gradi quindi inforno e abbasso la temperatura a 190 gradi per 30/35 minuti

Lo lascio raffreddare prima di toglierlo dallo stampo, si conserva per diversi giorni chiuso in un sacchetto alimentare o anche in frigorifero

PANINI ALLE ROSE

Una ricetta tratta dal “GIOVANNI GANDINO FANS CLUB” devo dire la verità, questi panini sono veramente buoni, soffici, adatti da farcire con salumi ma anche con marmellata o nutella, mi aspettavo un aroma più intenso di rosa, ho scelto le rose del mio giardino veramente profumate ma il profumo si percepisce appena, questo non toglie che siano veramente buoni, adatti per un aperitivo a buffet

INGREDIENTI PER 38 PANINI DI 6 CM DI DIAMETRO

1 KG DI FARINA DEBOLE 00

4 ROSE GRANDI BIOLOGICHE I PETALI

600 GR DI ACQUA (CONSIGLIATA S. ANNA CON POCO SODIO)( 550 GR UTILIZZATI NELLA RICETTA)

5 GR DI LIEVITO DI BIRRA SECCO O 15 GR FRESCO

25 GR DI SALE

1 CUCCHIAINO DI ZUCCHERO

50 GR DI BURRO

Prima di tutto preparo l”infuso di rose, porto quasi a bollore 600 gr di acqua, poi aggiungo i petali delle rose che ho lavato

Li lascio macerare per 10 minuti coperti, poi filtro con un colino, lascio raffreddare in frigorifero, i petali li elimino

Nel cestello della planetaria verso la farina, il lievito in polvere e il cucchiaino di zucchero che darà morbidezza

Aggiungo 550 gr di infuso e inizio ad impastare con il gancio

Quando inizia ad incordarsi, aggiungo il sale

Ammorbidisco il burro con una spatola, non scioglietelo nel microonde e lo aggiungo poco per volta all”impasto, deve risultare liscio e asciutto

Lascio lavorare a lungo, deve risultare liscio asciutto ed elastico, meglio non superare mai la temperatura di 25 gradi dell’impasto, quando é ben incordato lo tolgo dal cestello lo lavoro un attimo sulla spianatoia e formo una palla liscia

La metto in una ciotola e la copro con una pellicola senza sigillarla troppo, Gandino consiglia di coprirlo con un sacchetto della spesa, in questo modo l”aria passa mantenendo l’umidità, tengo a una temperatura di 21/22 gradi o nel forno spento con la luce accesa, lascio lievitare per circa 45 minuti

Una volta che l’impasto è lievitato lo stendo con le mani delicatamente, (non utilizzate il matterello) sul piano di lavoro leggermente infarinato e lo appiattisco ad uno spessore di circa 1cm e mezzo

Con il coppa pasta io ne ho utilizzato uno di 6 cm di diametro, oppure palline di circa 40 grammi

Ricopro una teglia con carta forno e appoggio i dischetti leggermente distanziati, copro con la pellicola appena appoggiata e lascio lievitare circa 1 ora, io sempre in forno spento con la luce accesa

Trascorso il tempo di lievitazione scaldo il forno ventilato a 190 gradi

Inforno e cuocio per 10/12 minuti, non fateli colorire

Una volta cotti li lascio raffreddare sulla grata del forno

Buoni, morbidi

Io li ho farciti con salumi e formaggi

FILONCINI DI PANE DI SEMOLA RIMACINATA POCO LIEVITO E LUNGA LIEVITAZIONE

LEGGERI E CROCCANTI MOLTO FACILI DA PREPARARE, CI VUOLE SOLO PAZIENZA PER LA LIEVITAZIONE

INGREDIENTI PER 2 FILONI

500 GR DI SEMOLA DI GRANO DURO RIMACINATA

320 GR DI ACQUA

1,5 GR DI LIEVITO DI BIRRA DISIDRATATO O 5 GR DI LIEVITO FRESCO

7 GR DI SALE

Sciolgo il sale in metà acqua della dose

Verso nella planetaria metà farina e verso l’acqua con il sale ed inizio ad impastare con il gancio

Poi verso il resto della farina e tutta l”acqua

Impasto per almeno 10 minuti o finché l’impasto risulta molto liscio, potrebbe richiedere un goccio di acqua in più dipende dal tipo di farina utilizzata

Lo tolgo dal cestello e formo una palla, deve essere morbido e liscio

Lo metto in una grande ciotola, copro con pellicola e lascio lievitare 24 ore a temperatura ambiente, io l’ho messo nel forno spento

Dopo 24 ore si presenterà così

Infarino con la semola la spianatoia e rovescio l’impasto aiutandomi con una spatola

Appiattisco il panetto con le mani infarinate e lo taglio in 2 metà uguali

Formo due rettangoli, non servirà il matterello perché l’impasto é morbido, arrotolo su sé stesso

Formo due filoncini

Li appoggio su una teglia ricoperta di carta forno infarinata

Con una lametta o un coltello affilato pratico delle incisioni e spolverizzo con la semola

Copro con la pellicola o un panno umido e lascio lievitare ancora 3 ore, ancora nel forno spento

Poco prima dello scadere delle 3 ore tolgo la teglia dal forno e riscaldo il forno statico a 220 gradi

Inforno per 15 minuti nella parte media del forno poi abbasso a 200 gradi e continuo la cottura per altri 20 minuti, devono gonfiarsi e dorarsi, gli ultimi 5 minuti apro leggermente il forno in modo da far uscire il vapore e renderli più croccanti

PANE ALLE OLIVE VERDI SENZA IMPASTO

Un pane semplice senza troppa lavorazione, solo una lunga lievitazione per avere un pane più digeribile con pochissimo lievito, potete prepararlo anche semplice oppure con olive nere, pomodorini essiccati o erbe aromatiche, ottimo da consumare con salumi e formaggi, la ricetta é un po’ lunga ma ho voluto fotografare tutti i passaggi per essere perfettamente chiara

INGREDIENTI

300 GR FARINA MANITOBA

200 GR FARINA 00

340 GR DI ACQUA TIEPIDA

3 GR DI LIEVITO DI BIRRA DISIDRATATO O 8 GR LIEVITO FRESCO

10 GR DI SALE

2 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE D”OLIVA

6 GR DI MIELE O MALTO

150 GR DI OLIVE VERDI DENOCCIOLATE

La sera prima preparate l”impasto ci vorranno 5 minuti é velocissimo, in una ciotola verso le due farine

Aggiungo il sale

Il lievito, se utilizzate quello fresco scioglitelo nell’acqua

Il miele che ho sciolto 5 secondi in microonde per averlo più fluido

L’olio extravergine e l’acqua

Mescolo velocemente con un cucchiaio, pochi minuti

Aggiungo le olive che ho sgocciolato è tagliato a rondelle

Mescolo e copro con una pellicola, metto in forno spento senza luce per tutta la notte e lascio lievitare da un minimo di 12 a un massimo di 18 ore

Io dopo 14 ore estraggo dal forno, troverete un impasto triplicato con bollicine e appiccicoso

Infarino abbondantemente il piano di lavoro e aiutandomi con una spatola lo rovescio

Infarino in superficie e lo appiattisco con le mani formando un rettangolo

Faccio una piega a tre , cioè porto il lato sinistro fino a metà

Poi la parte destra sempre al centro e schiaccio leggermente

Adesso la parte in alto la portate verso di voi fino a metà

Chiudete a mo di pacchetto con l”altro lato

Giro con la chiusura verso il basso, infarino se serve e chiudo formando una bella palla

Appoggio su un canovaccio abbondantemente infarinato con la chiusura sotto e metto a lievitare ancora un’ora coperta con un canovaccio

Dopo un’ora l”impasto é ben lievitato, 15 minuti prima della fine del termine scaldo il forno a 250 gradi con dentro la padella, in terracotta, ghisa, o pirex o acciaio pesante con il coperchio, quella che avete basta che resista ad un’alta temperatura

Quando il forno é in temperatura con molta attenzione tolgo la pentola dal forno, tolgo il coperchio e velocemente rovescio la palla in modo che la chiusura resti in alto

Copro con il coperchio e inforno velocemente, lascio cuocere per 30 minuti, poi tolgo il coperchio e lascio ancora per 15 minuti finché il pane avrà raggiunto un bel colorito

Ecco dopo 15 minuti il pane é dorato e profumato, lasciatelo raffreddare prima di tagliarlo

PIZZA SENZA LIEVITO

Una pizza veloce per chi la ama e non vuole rinunciarvi ma ha problemi con il lievito, é comunque buona, diversa anche per la farina di semola ma ugualmente gustosa

INGREDIENTI TEGLIA 33 X 26

250 GR DI FARINA 00

250 GR DI FARINA DI SEMOLA

300 GR DI ACQUA FRIZZANTE

10 GR DI SALE

15 GR DI OLIO EXTRAVERGINE

2 CUCCHIAINI DI BICARBONATO

1 CUCCHIAINO DI SUCCO DI LIMONE O ACETO BIANCO

CONDIMENTO

400 GR DI SALSA DI POMODORO

200 GR DI FORMAGGI MISTI, O SCAMORZA O MOZZARELLA

SALE

PEPE

ORIGANO

OLIO EXTRAVERGINE

In una ciotola verso le 2 farine, mescolo

Aggiungo il sale

Verso l”olio

L’acqua gasata a temperatura ambiente

Inizio ad impastare, risalterà un impasto appiccicoso

In una ciotolina mescolo il bicarbonato con il limone, si formeranno delle bollicine

Verso questo “lievito naturale “ nell”impasto

Lavoro per qualche minuto fino ad incorporarlo

Mi ungo con olio le mani e stendo l”impasto nella teglia

Intanto condisco il pomodoro con sale, pepe olio e grattugio i formaggi

Distribuisco il pomodoro sull”impasto e cospargo con origano e un filo di olio

Inforno a 200 /220 gradi, la ricetta prevedeva 250 gradi ma per il mio forno é troppo alto e ho utilizzato il ventilato e si é scurita un po’ troppo, quindi vi consiglio di controllarla in cottura, dopo 25 minuti la tolgo dal forno e distribuisco il formaggio e inforno ancora 5 minuti finché il formaggio si fonde

FOCACCIA MORBIDISSIMA ALLE PATATE CON OLIVE

Una focaccia morbidissima grazie alle patate nell’impasto, a piacere potete mettere olive, erbe aromatiche oppure pomodorini secchi o freschi , ottima per un aperitivo, piacerà a tutti, le focacce sono tra i lievitati più amati

INGREDIENTI

400 GR DI FARINA DI MANITOBA

300 GR DI PATATE

35 GR DI OLIO EXTRAVERGINE

3,5 GR DI LIEVITO DI BIRRA SECCO O 10 GR IN CUBETTO

15 GR DI SALE

160 ML DI ACQUA

PER COPERTURA

30 GR DI OLIO EXTRAVERGINE

ROSMARINO

TIMO

OLIVE

SALE GROSSO QB.

Lesso le patate, quindi le schiaccio con lo schiacciapatate e le lascio raffreddare

Setaccio la farina e la inserisco nel cestello della planetaria, altrimenti potete farlo a mano e aggiungo il lievito, ricordate che farete più fatica perché l’impasto é appiccicoso

Inizio ad impastare con il gancio e aggiungo le patate fredde

Quindi l’olio

L’acqua a temperatura ambiente

Lascio impastare qualche minuto e aggiungo il sale

Impasto per una decina di minuti quindi tolgo dalla planetaria, sarà appiccicoso, infarino o ungo le mani e formo una palla che ripongo in una ciotola unta di olio

Copro con pellicola e ripongo in forno spento con la luce accesa per 2 ore, l”impasto deve raddoppiare

Rovescio in una teglia di 30 cm unta di olio, l’impasto é molto morbido, mi ungo le mani

Con i polpastrelli sistemo l’impasto, aggiungo le olive premendole nell’impasto

Distribuisco il rosmarino, il timo e cospargo con poco sale grosso o fior di sale, oppure mettete quello che preferite

Copro e lascio lievitare ancora 1 ora sempre in forno spento con la luce accesa

10 minuti prima tolgo la teglia dal forno e lo scaldo a 180 /200 gradi

Io l”ho infornata a 200 gradi ma si é colorita un po’ troppo) dipende dai forni, la prossima volta provo a 180 gradi, cuocio per 30 minuti

Trascorso il tempo lascio intiepidire e tolgo dalla teglia

Morbidissima, buona così, oppure farcita con salumi, formaggi, verdure grigliate