FOCACCIA CON UVETTA E RUM

Una focaccia morbida, non troppo dolce, se la volete più dolce aumentate la dose dello zucchero, adatta per la colazione, con lo stesso impasto potete preparare anche dei piccoli panini, potete preparare l”impasto anche la mattina del giorno prima e conservarlo in una bacinella chiusa in un sacchetto di plastica per alimenti e utilizzarla il giorno dopo, é sufficiente togliere l’impasto un paio di ore prima dal frigorifero, poi stenderlo e lasciato lievitare fino al raddoppio, il procedimento poi é uguale come vedete qui sotto

INGREDIENTI PER TEGLIA CM 33 X 43

400 GR FARINA 0

300 GR FARINA MANITOBA

250 GR DI LATTE

150 GR DI UOVA INTERE

40 GR DI LIEVITO DI BIRRA FRESCO O (13 GR LIEVITO DISIDRATATO)

100 GR DI BURRO MORBIDO A TEMPERATURA AMBIENTE

100 GR DI ZUCCHERO

15 GR DI SALE

VANIGLIA BACCA O POLVERE

300 GR DI UVETTA MACERATA NEL RUM (io ho aggiunto 100 gr di canditi arancia e cedro)

COPERTURA

BURRO FUSO

ZUCCHERO SEMOLATO O DI CANNA

È consigliato l’ utilizzo di una impastatrice, ma nulla vieta di farlo a mano, sarà solo più faticoso perché l’impasto deve comunque essere liscio e ben incordato, servono solo dei buoni muscoli

Nel contenitore della planetaria verso il latte, le uova intere che ho mescolato con una forchettaAggiungo il lievito, io ho utilizzato quello disidratato, ma il procedimento é identicoVerso le due farineInizio ad impastare con il gancio, poco dopo aggiungo lo zucchero e lascio lavorareVerso il sale, ricordate che il sale va sempre messo lontano dal lievitoLascio lavorare molto bene, deve incordarsi, controllate comunque l’impasto non deve essere duro, ma morbido e non troppo appiccicoso, questo dipende molto dal tipo di farina che utilizzate e da quanto assorbirà i liquidi, quindi se é troppo duro unite un goccio di latte se viceversa é troppo molle unite poca farina per volta, l’impasto deve iniziare a staccarsi dalle pareti, a questo punto aggiungete il burro morbido a piccoli pezzi poco per volta, aggiungete il secondo pezzo quando il primo si è incorporatoQuando é perfettamente incorporato e liscio aggiungo l’uvetta , io ho aggiunto anche dei canditi che avevo precedentemente fatto macerare con il rum, un paio di giri e é prontoTolgo dalla planetaria e lavoro per pochi minuti l’impasto sul piano di lavoro, formo una pallaLa metto a riposare per mezz”ora in una ciotola coperta di pellicola all’interno del forno spento ma con la luce accesaTrascorso il tempo ungo con un velo di burro la teglia, appoggio l’impasto e lo allargo con le maniRivesto tutta la teglia, l’impasto é morbido e non serve il matterello si stende con facilità Ricopro la teglia con la pellicola e la metto nuovamente in forno spento con la luce accesa per circa 2 ore, vedrete che l’impasto si gonfierà, a questo punto tolgo la pellicola, spennello delicatamente con il burro fusoSpolverizzo tutta la superficie con abbondante zucchero, semolato o di canna come preferite Porto il forno 180 gr e cuocio per circa 30 minuti, controllate la cottura perché ogni forno é diverso deve essere gonfia e dorata La tolgo dalla teglia e la taglio, si conserva per un paio di giorni, potete metterla in una scatola di latte, poi naturalmente é come il pane tende ad asciugare, il giorno dopo io ho scaldato la mia fetta per la colazione 15 secondi in microonde, sembrava appena sfornata, per la verità non ha fatto in tempo ad indurire perché é piaciuta a tutti ed é finita subitoSoffice, per una colazione perfetta

TRECCIA DI PAN BRIOCHE CON MELE UVETTA E CANNELLA

Nel blog “Ho voglia di dolce” ho trovato questa deliziosa ricetta ve la propongo passo passo, ottima e tutto sommato facile bisogna avere solo pazienza per i tempi di lievitazione, ma il risultato vi renderà orgogliosi ottimo per colazione o merenda, soffice e molto saporito prendetevi un pomeriggio di pioggia e con calma provate ve lo consiglio

INGREDIENTI

250 gr di farina 00

250 gr di farina Manitoba

200 ml di latte intero sostituibile con succo di mela

1 uovo medio

1 tuorlo

4 gr di lievito di birra secco o 15 gr di lievito di birra fresco

100 gr di burro morbido

100 gr di zucchero

1 cucchiaino raso di zucchero

Buccia grattugiata di 1 limone

1 tuorlo per spennellare la treccia o poco latte


RIPIENO

5 mele golden

50 gr di zucchero

1 noce di burro

Succo di 1 limone

Cannella a piacere

100 gr di uvetta sultanina

In una ciotola verso 100 gr di manitoba, 1 cucchiaio di zucchero e il lievito di birra secco aggiungo 90 ml latte a temperatura ambiente mescolo copro con la ciotola con pellicola e lascio riposare 30 minuti, tutti gli ingredienti sono presi dal totale se utilizzate il lievito fresco prima scioglietelo nel latte tiepido

Quando il lievitino sarà raddoppiato lo verso nella planetaria con il resto della farina, lo zucchero le uova la vaniglia e il latte

Inizio ad impastare con la foglia per 5 minuti poi aggiungo il sale e la buccia grattugiata del limone e metto il gancio impasto e inizio ad aggiungere il burro a pezzetti poco per volta

Lascio impastare per circa per circa 10 minuti l”impasto si deve staccare dalle pareti se vi sembra troppo duro aggiungete un goccio di latte se vi sembra troppo molle unite poca farina quindi tolgo l”impasto dalla planetaria lo impasto un attimo a mano deve risultare liscio

Metto la palla che ho formato in una ciotola leggermente infarinata e copro con la pellicola e la metto nel forno spento con la luce accesa e lascio per circa 2/3 ore

Deve raddoppiare nel frattempo preparo il ripieno

Sbuccio le mele le taglio a piccoli dadini e le cuocio in una padella con una noce di burro, lo zucchero e quando sono morbide aggiungo l’uvetta che ho precedentemente ammollato in acqua tiepida e la cannella

Lascio raffreddare

La pasta é raddoppiata senza lavorarla troppo la divido in 3 parti uguali

Con un matterello stendo la pasta e formo 3 rettangoli uguali e suddivido il ripieno

Chiudo la pasta e sigillo bene chiudendo le estremità

Formo 3 rotoli uguali

Formo la treccia

La sigillo bene ai lati e la appoggio sulla placca del forno ricoperta di carta forno e spennello con il latte o con l’uovo

Inforno a 180 gradi per circa 30/ 35 minuti controllate perché ogni forno é diverso lasciatelo intiepidire prima di gustarlo

BAGUETTE SEMI INTEGRALI

La preparazione si svolge in due fasi, perché é un impasto a lunga lievitazione, non serve l’impastatrice ma i passaggi sono semplici ci vuole solo un po’ di pazienza

INGREDIENTI PER 3 BAGUETTE

380 gr di farina 0

1oo gr di farina integrale (io ho utilizzato le farine Petra)

350 gr di acqua

6 gr di lievito di birra fresco o 2 gr secco liofilizzato

6/8 gr di sale

Sciolgo il lievito in acqua a temperatura ambiente

In una ciotola miscelo le due farine e ne tengo da parte una ciotolina, aggiungo il lievito sciolto

Mescolo con un mestolo poi aggiungo il sale e lavoro un paio di minuti

Risulterá un impasto piuttosto appiccicoso, infarino il piano di lavoro

Verso l’impasto  e lo lavoro energicamente girandolo e aggiungendo il resto della farina

Piegandolo più volte lo lavoro per circa 5 minuti, poi formo una palla 

La metto In una ciotola infarinata e copro con la pellicola o un coperchio e la lascio lievitare per 2 ore nel forno spento con la luce accesa

Dopo 2 ore tolgo l’impasto dal forno e lo trasferisco in frigorifero per una notte ma potete lasciarlo anche fino a una settimana, il pane risulterà ancora più profumato

Dopo 20 ore l’impasto puó essere utilizzato, si saranno formate tante bollicine 

Con una spatola rovescio l’impasto sul piano di lavoro infarinato

Lo appiattisco con le mani infarinate e formo un rettangolo

Con una spatola lo suddivido in 3 parti uguali

Prendo un pezzo e lo appiattisco formando un rettangolo

Lo piego a metà schiacciando 

Sigillo bene la piega

Porto l’altra estremità in avanti chiudendo bene

Porto la chiusura sotto a contatto con il piano di lavoro e arrotolo leggermente

Trasferisco i filoncini nell’apposito stampo per filoni o sulla placca ricoperta di carta forno ben distanziati, copro con un canovaccio e lascio riposare per 60/90 minuti lontano da spifferi

Trascorso il tempo i filoni saranno ancora lievitati, intanto ho portato il forno in modalità pane a 220 gradi, con una lametta pratico delle incisioni sui filoni affondando circa 1 cm

Spruzzo tutta la superficie con acqua tiepida

Inforno a 220 gradi per circa 30 minuti devono risultare ben dorati, ho preso spunto da una ricetta di “Viva la focaccia” modificando i tipi di farina

PAN BRIOCHE AL CIOCCOLATO

Sempre buono il pan brioche, profumato e soffice, adatto per la colazione o la merenda, bello da vedere ma soprattutto ottimo da gustare

INGREDIENTI

250 gr di farina Manitoba

250 gr di farina 00

2 uova

180 ml di latte

50 gr di zucchero

100 gr di burro morbido

20 gr di lievito di birra o 7 lievito di birra secco

12 gr di sale

1 bacca di vaniglia  o estratto

100 gr di gocce di cioccolato

1 tuorlo e poco latte per spennellare

Setaccio le farine direttamente nel cestello della planetaria

Aggiungo il lievito io ho utilizzato quello disidratato

Aggiungo l’uovo

Unisco il latte

Inizio a impastare con il gancio e poco dopo aggiungo lo zucchero

Poco dopo il sale

E l’estratto di vaniglia o i semi di una bacca

Aggiungo poco per volta il burro morbido, lavoro per circa 10/15 minuti finché l’impasto risulta ben incordato ed omogeneo
Lo tolgo dall’impastatrice e lo metto sul piano di lavoro leggermente imburrato
Aggiungo le gocce di cioccolato 

Le incorporo bene all”impasto 

Lavoro alcuni minuti dando un paio di pieghe alla pasta
Ancora una piega

Poi formo una palla e la lascio riposare per 15 minuti sotto una ciotola

Riprendo l’impasto é lo divido in tanti pezzetti di circa 60 gr 

Formo tanta palline io ne ho ottenute 16, le lascio riposare coperte ancora 15 minuti
A questo punto rivesto lo stampo, io ne ho fatto uno grande, potete farne 2 più piccoli, dispongo le palline  e copro con la pellicola, le metto a lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio, ci vorranno circa 2 ore
Trascorso il tempo riprendo lo stampo, in una ciotola batto l’uovo con un goccio di latte e spennello tutta la superficie

Inforno a 190 gradi per circa 30 minuti nella parte più bassa del forno dopo aver spruzzato le pareti con acqua

Ho preparato anche un altro pan brioche facendo le palline più grandi  esattamente 6 con lo stesso procedimento

Il risultato é stato comunque ottimo, dopo averlo sfornato lo togo dallo stampo e lo lascio  raffreddare su una gratella

Questa ricetta l’ho trovata sul blog “Madame gateau”  che ringrazio

FOCACCIA AL ROSMARINO

La focaccia sempre buona, farcita con salumi o formaggi, piace a tutti tiepida morbida una vera bontà!!! Se desiderate una focaccia più alta utilizzate una teglia più piccola

INGREDIENTI teglia 33 x 43

700 gr di farina (PETRA 3)

1 busta di fiocchi di patate (il purè in fiocchi per capirci) 

15 gr di sale

25 gr di lievito fresco

5 gr di zucchero 

Olio extravergine

Fior di sale 

500 gr di acqua tiepida

Nella ciotola dell’impastatrice o in una ciotola se impastate a mano, verso la farina e la busta di fiocchi di patate

In una ciotola sbriciolo il lievito, aggiungo un po’ di acqua della dose appena tiepida e lo zucchero e mescolo finché sono sciolti

Aziono la macchina con il gancio per amalgamare le polveri e unisco il lievito sciolto

Poi pian piano e poca per volta unisco l’acqua sempre tiepida,  potreste avere bisogno di un po’ di più di acqua o meno dipenderà dalla farina

Quando l’acqua sarà assorbita unisco il sale

Lascio impastare deve risultare un impasto ben incordato morbido ma non appiccicoso ci vorranno circa 10 minuti a questo punto tolgo dal cestello e verso sul piano di lavoro leggermente infarinato

Lavoro l’impasto fino a renderlo compatto e liscio e lo metto in una ciotola infarinato

Copro con un canovaccio e metto a riposare in forno spento con la luce accesa fino al raddoppio, ci vorrà un’ora, un’ora e mezzo deve  raddoppiare

Prendo la teglia e la ungo per bene poi verso delicatamente l’impasto

Appiattisco con le mani leggermente unte fino a coprire tutta la teglia, ungo la superficie in maniera uniforme con le mani

Cospargo con il sale

In un bicchiere mescolo 4/5 cucchiaio di olio e 4/5 cucchiai di acqua, li mescolo e li verso sulla pasta

Cospargo con aghi di rosmarino e affondo la punta delle dita nell’impasto formando dei buchi profondi

Metto la teglia a lievitare ancora in forno spento per un’ora vedrete che si gonfierà ancora

10 minuti prima della fine della lievitazione la tolgo dal forno e lo porto a una temperatura di  200 gradi e inforno per circa 30 minuti, controllate la cottura perché ogni forno é differente

A cottura ultimata quando é ben dorata la tolgo dalla teglia e la lascio raffreddare sulla griglia poi la taglio

Buona farcita ma anche sola ha il suo perché !!

E adesso gustatela, si conserva avvolta nella stagnola per 2/3 giorni, abbiate l’accortezza di scaldarla prima di consumarla, sembrerà appena sfornata

 PANE INTEGRALE ALLA CURCUMA CON OLIVE E POMODORINI SECCATI SENZA IMPASTO

Semplice da preparare, l’unica cosa serve una pentola in terracotta, o ghisa, oppure io ho provato anche con una in pirex, basta che abbia il coperchio, questo pane ha pochissimo lievito quindi più digeribile

INGREDIENTI

250 gr di farina integrale

150 gr di farina

1o gr di curcuma

2 gr di lievito di birra disidratato

8 gr di sale

350 gr di acqua a temperatura ambiente

2/3 cucchiai di olve taggiasche 

4/5  pomodori seccati

1 rametto di rosmarino

In una terrina verso le due farine e il lievito

Unisco la curcuma e il sale

Trito grossolanamente olive, pomodorini, e rosmarino  e li aggiungo alle polveri, poi unisco l’acqua tutta in una volta

Mescolo per pochi minuti deve risultare un impasto molle e appiccicoso, potrebbe servire ancora un goccio di acqua, dipende da quanto assorbe la farina

Copro con la pellicola e metto a lievitare in forno spento per 12/18 ore

Trascorso il tempo vedrete che si saranno formate tante bollicine e comunque l’impasto é molto morbido

Lo rovescio con una spatola sul piano di lavoro infarinato

Poi con una spatola inizio a dare delle pieghe, prima prendo il lato destro e lo porto al centro

Poi la parte sinistra sempre al centro e chiudo

Infarino la spatola e continuo portando il lato verso di me a metà verso l’alto, spolverizzo di farina, ripeto queste operazioni un paio di volte, l’impasto prenderà un po’ di forza

Formo una palla

La appoggio su un canovaccio infarinato, la copro e lascio lievitare per 2 ore

Intanto ho scaldato il forno a 200 gradi con dentro la pentola in terracotta con il suo coperchio, quindi trascorso il tempo con molta attenzione perché sarà bollentissima tolgo la pentola e mettendo la mano sotto il canovaccio capovolgo dentro l’impasto

Copro con il coperchio e cuocio per circa 30 minuti, dopo di ché con molta attenzione tolgo il coperchio e cuocio ancora per 20 minuti 

Trascorso il tempo tolgo la pagnotta dal forno e la lascio raffreddare sulla griglia 

Taglio con un coltello seghettato, morbido profumato e saporito, si conserva avvolto nella stagnola anche per una settimana

PIADINA CON LE OLIVE

INGREDIENTI PER 9/10 PIADINE

500 gr di farina

1 cucchiaino di sale

80 gr di strutto ( 0ppure 7 cucchiai di olio extravergine)

100 gr di acqua

150 gr di latte

3 cucchiai di olive taggiasche

 Io ho utilizzato la planetaria ma potete farlo tranquillamente a mano, nella ciotola verso la farina, unisco il sale

Miscelo acqua e latte 

Li unisco alla farina

Aggiungo lo strutto oppure l’olio

Inizio a lavorare con il gancio deve risultare un impasto liscioe morbido

Intanto trito le olive grossolanamente

Le aggiungo all’impasto e lavoro finché sono ben amalgamate, se l’impasto vi sembra troppo asciutto aggiungete un goccio di latte

Tolgo l’impasto dalla planetaria e lo lavoro un po’se invece é troppo appiccicoso aggiungete poca farina

Formo una palla e la avvolgo nella pellicola e lascio riposare per mezz”ora

Trascorso il tempo di riposo divido l’impasto formando delle palline

Io ne ho ottenute 9 di circa 90 gr l’una

Le copro con la pellicola per non farle asciugare, ne stendo una per volta, prima la allargo con le mani 

Infarino leggermente il piano di lavoro e stendo la piadina molto fine con il matterello 

Devo dare una forma tondeggiante

Scaldo il testo oppure una padella antiaderente appoggio la piadina prima da un lato per qualche minuto

Poi la giro e cuocio dall’altro lato

Le preparo tutte, se non le consumate subito si conservano in frigorifero coperte con pellicola per 2/3 giorni, buone farcite con salame e formaggio

 Crudo insalata e crescenza o come preferite

Restano morbide, si possono arrotolare, accompagnate da una buona birra!!!