CAVOLFIORE GRATINATO ALLA SICILIANA

Un ottimo contorno o piatto unico, saporito e di facile esecuzione ma vi assicuro assolutamente invitante

INGREDIENTI

1 CAVOLFIORE

3 CUCCHIAI DI OLIVE TAGGIASCHE

3 CUCCHIAI DI CAPPERI DISSALATI

10 POMODORINI

10 ACCIUGHE SOTT”OLIO

PANE RAFFERMO

ORIGANO

OLIO EXTRAVERGINE

SALE

PEPE

Pulisco un bel cavolfioreLo suddivido in piccole cimette e conservo solo le foglie più tenereLo lavo e faccio bollore in acqua salata 10 minuti dalla ripresa del bollore deve rimanere al dente, lo scolo

Dispongo in un solo strato su una placca rivestita da carta forno unta di olioTolgo le olive e le acciughe dal loro olio, dissalo i capperi e lavo i pomodoriniTaglio a cubetti piccoli i pomodoriniLi distribuisco sul cavolfioreAggiungo capperi, olive, e acciughe a pezzettiSpezzetto alcune fette di pane raffermoLo trito non troppo finemente e aggiungo un cucchiaio di origano secco e un po’ di olio e mescoloDistribuisco la panure in modo uniforme sul cavolfiore aggiungo sale e pepeVerso dell”olio extravergine e inforno a 180 gradi per 20 minuti

PUNTARELLE ALLA ROMANA

Le puntarelle sono i germogli di una particolare cicoria catalogna, le foglie più lunghe vanno lessate, me le hanno regalato, non le avevo mai preparate ma le avevo mangiate in un viaggio a Roma, buonissime una vera scoperta e allora mi sono documentata e le ho preparate, una bontà, croccanti e saporite, l’unico problema l’aglio, ma va beh!! Ogni tanto ci sta, in più erano puntarelle nostrane, come rifiutarle

INGREDIENTI

PUNTARELLE

OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

ACCIUGHE SOTT’OLIO

ACETO

AGLIO

SALE

PEPEPulisco le puntarelle, elimino la parte della radice e la suddivido staccando ogni cimetta e conservo solo le foglioline più piccole e molto tenereElimino il fondo di ogni cimettaLa taglio a metà Taglio tante striscioline sottiliLe preparo tutteLelavo accuratamente poi le metto in una ciotola con acqua molto fredda se volete potete aggiungere qualche cubetto di ghiaccio, in questo modo si arricciano e diventano molto croccanti, le lascio riposare un paio d’ore Scolo 2/3 acciughe e sbuccio 1 spicchio di aglio, decidete voi se le volete più o meno saporiteTrito finementeTrasferisco il battuto in una ciotolina e aggiungo poco sale, le acciughe sono già molto saporite, il pepe e qualche cucchiaio di acetoMescolo beneA questo punto scolo molto bene le puntarelle, le condisco con la salsina di acciughe e mescolo Le lascio insaporire prima di gustarle

CAROTE CON CIPOLLE ROSSE DI TROPEA E ACETO BALSAMICO

INGREDIENTI

3 carote grandi

1 grossa cipolla rossa di Tropea

Olio extravergine

Aceto balsamico

Origano secco

Sale

PepeSpello e lavo le caroteLe affetto con una mandolina 1/2 cm di spessorePulisco la cipolla e la affetto dello spessore di circa 1/2 cmIn una larga padella verso del l’olio extravergine, lo scaldo e aggiungo le cipolleDopo qualche minuto verso le caroteAggiungo sale e pepeCopro con un coperchio e cuocio per 10 minuti mescolando di tanto in tantoSfumo con l’aceto balsamico, circa mezzo bicchiere decidete voi come vi piaceUltimate la cottura, spolverizzate con origano, tenete comunque le carote ad dente, devono rimanere croccanti, non stracotte, ottimo contorno per carni e pesci

VERDURE AL FORNO

Questo semplice ma gustoso contorno é veramente facile da preparare e potete utilizzare le verdure che preferite, decidete voi le verdure aggiungendo o eliminando ciò che più vi piace, io avevo delle verdure in frigorifero e ho utilizzato quelle, ma anche i funghi e la zucca sono buonissimi

INGREDIENTI

2 finocchi

1 carota

1 peperone

1 cipolla bianca

1 cipolla rossa

1 melanzana

2 zucchine

Erbe aromatiche(salvia, rosmarino, timo, prezzemolo,origano)

Olio extravergine d’oliva

Pane grattugiatoLavo e pulisco le verdure e le erbe aromaticheTaglio con una mandolina le zucchine e le caroteAffetto finocchi e peperoniQuindi le cipolle e la melanzana alla quale ho tolto una parte di bucciaMetto tutte le verdure in una ciotolaTrito le erbe aromaticheLe verso sulle verdure aggiungo sale, pepe e olio extravergineMescolo bene potete utilizzare le mani per far aderire bene le erbe aromatiche, rivesto una teglia con carta forno e dispongo le verdure, spolverizzo con il pane grattugiato e Inforno a 180 gradi per circa 30 minutiEcco il contorno per i vostri piatti é pronto, io ne preparo sempre in abbondanza perché se avanza preparo una buonissima torta salata, oppure potete preparare uno strudel, il procedimento semplicissimo lo troverete sul blog

FAGIOLI IN UMIDO

Un piatto rustico della tradizione dal gusto intenso super saporito, come contorno, oppure aggiungendo dei piccoli gnocchetti di pane se volete la ricetta “Pisarei e fasoi’ un tipico piatto della cucina Piacentina

INGREDIENTI

50O GR DI FAGIOLI SECCHI

1 CIPOLLA

1 SPICCHIO DI AGLIO

3 FOGLIE DI ALLORO

1 RAMETTO DI RISMARINO

3 SALSICCE

800 GR DI SALSA DI POMODORO

PEPERONCINO IN POLVERE

MEZZO BICCHIERE DI VINO ROSSO

OLIO EXTRAVERGINE D’OLIVA

Fondamentale procuratevi dei fagioli di ottima qualitá

Metto i fagioli a bagno in acqua fredda per una notte per reidratarli Il giorno dopo li scolo e li metto in una padella con abbondante acqua, aggiungo il sale, una cipolla e le foglie di alloro e li cuocio per circa 1 ora, teneteli controllati, non devono essere stracottiIn un tegame meglio di terracotta verso dell”olio extravergine, l”aglio se vi piace tagliato finemente e un rametto di rosmarinoLascio soffriggere e intanto tolgo la pelle a 3 grosse salsicce Le aggiungo al soffritto e lascio rosolare, verso mezzo bicchiere di vino rosso e lascio sfumare

Aggiungo la salsa di pomodoro e un bicchiere di acqua o brodoCopro la pentola e lascio sobbollire per circa 20 minutiA questo punto tolgo l’aglio e il rosmarinoAggiungo i fagioli scolati un bel pizzico di peperoncino e un po’ della loro acqua di cottura e lascio cuocere per 15 minuti, potete servirli così Uo ho preparato dei gnocchetti di pane e dopo averli lessati li ho aggiunti al sugo, una spolverata di parmigiano un filo di olio ed ecco un fantastico primo piatto completo

ZUCCHINE IMPANATE AL FORNO

Buone croccanti e dietetiche queste zucchine si prestano bene come accompagnamento a piatti di carne e pesce, non serve pesare gli ingredienti, andate un po’ ad occhio

INGREDIENTI 

Zucchine (meglio un po’ grosse)

Albume d’uovo

Pane grattugiato

Formaggio grattugiato

Olio extravergine di oliva

Sale

Io ho preparato una zucchina grande, ho suddiviso l”albume dal tuorlo che utilizzerò per un’ altra ricetta, o comunque riutilizzate degli albumi avanzati

Lo batto leggermente con una forchetta


Lavo bene una zucchina e la spunto da ambo i lati

Con una mandolina la affetto a rondelle dello spessore di circa mezzo cm

Passo le rondelle nell’albume

In un piatto verso del pane grattugiato e aggiungo qualche cucchiaio di parmigiano o pecorino come preferite e li mescolo insieme

Avvolgo ogni fettina di zucchina nella panatura pressando  leggermente in modo che siano ben ricoperte

Ricopro una teglia con carta forno e allineo le zucchine

Cospargo con un filo di olio extravergine

Inforno a 180 gradi per circa 20 minuti girandole a metà cottura, le tolgo dal forno e aggiungo poco sale

Io le le ho servite con chele di granchio al forno, davvero croccanti e stuzzicanti

SCAROLA STUFATA CON OLIVE E CAPPERI

  Io ho sempre consumato la scarola cruda come insalata ma poi ho scoperto che è buonissima cotta, un ottimo contorno, la scarola non è molto usata al Nord è più nella tradizione Campana, con l’aggiunta di pinoli e uvetta, io ho provato questa versione molto gustosa, buonissima anche la pizza di scarola, ma é versatile per molte ricette

INGREDIENTI

1 cespo di scarola

3 cucchiai di capperi dissalati

4/5 acciughe 

100 gr di olive verdi denocciolate 

100 gr di olive nere denocciolate

1 spicchio di aglio

1 pezzetto di peperoncino

Olio extravergine

Prendo un bel cespo di scarola, elimino la parte della radice 

 Taglio le foglie in tre o quattro pezzi e la lavo in abbondante acqua 

 La scolo 

 In una padella verso dell’olio extravergine, l’aglio, il peperoncino e le acciughe e lascio rosolare 

 Aggiungo la scarola 

 Copro con un coperchio e lascio cuocere per 10 minuti mescolando ogni tanto finché si sarà stufata 

 A questo punto aggiungo le olive e i capper dissalati 

 Cuocio per altri 5 minuti finchè l’acqua che si è formata sarà evaporata, io non ho aggiunto sale perché le olive e i capperi  sono già sapidi, voi assaggiate, ecco è già pronta, veloce e gustosa

 Si accompagna bene a piatti sia di carne che di pesce

PATATE AL FORNO PAPRICA E PARMIGIANO

Stuzzicanti, saporite leggermente piccanti queste patate sono una vera golosità, ottimo contorno o per un aperitivo, formano una crosticina croccante e saporita alla quale non si può resisterete

 INGREDIENTI

2 Patate (meglio grandi)

4/5 cucchiai di Parmigiano o grana Padano grattugiato

1 cucchiaino di paprica piccante (o dolce a piacere)

2 cucchiaini di origano

1 spicchio di aglio

Sale

Pepe

Questa preparazione richiede le patate con la buccia come le preparano americani e tedeschi, in questo modo le fette resteranno più integre, scielgo comunque patate con la buccia sottile e piuttosto grandi, le lavo bene con una spazzolino  e le asciugo

Le taglio a fette piuttosto grosse


Le metto in una ciotola e verso dell’olio in modo da ungerle uniformemente
 Cospargo con qualche cucchiaio di formaggio grattugiato

 Mescolo anche con le mani in modo da ricoprirle interamente

 In una ciotola metto un cucchiaino di  sale, regolatevi voi dipende dalla quantità che ne preparate, un cucchiaino abbondante di paprica, io la preferisco piccante ma potete scegliere quella dolce, un paio di cucchiaini di origano e li verso sulle patate mescolando

 Grattugio finemente uno spicchio di aglio, altrimenti un cucchiaino di quello in polvere

Massaggio bene le patate in modo da far aderire bene la panatura e le  dispongo su una placca rivestita di carta forno, tenetele separate le une dalle altre, infornate a 180 gradi per 30/40 minuti, dipende dalla loro dimensione, devono diventare croccanti e dorate

 Accompagnatele con ketchup oppure maionese, io l’ho preparata con la mia ricetta che trovate sul blog ” maionese fatta in casa”, veloce e molto più buona di quella comperata, ottimo accompagnamento ai “bocconcini di pollo croccanti”  (vedi blog)

I “CAPÙ” FAGOTTINI DI COSTE RIPIENI

  È una ricetta povera della tradizione lombarda, è un piatto visto preparare prima dalla mia nonna e poi dalla mia mamma, ingredienti poveri ma veramente gustosi, in molti ristoranti della mia zona, a Gargnano sul Garda li servono come antipasto, io li servo come accompagnamento a secondi piatti ma anche con formaggi e salumi, questa è la ricetta della mia casa, ognuno nella propria famiglia ha delle piccole varianti

INGREDIENTI PER 5 FAGOTTINI

8/10 foglie di coste grandi

150 gr di pane raffermo grattugiato

75 gr di grana padano o parmigiano grattugiato

20 gr di burro

1/4 di litro di brodo

1 uovo

1 spicchio di aglio

Prezzemolo tritato

Olio extravergine del Garda

Sale

Pepe

Lavo bene le foglie delle coste, elimino la parte bianca del gambo, tenetele per un’altra ricetta che trovate sul blog “coste di bietole impanate”

 Le dispongo sul piano di lavoro ben aperte con la parte rovescia rivolta in alto

 Le foglie più piccole le tengo da parte

 Le trito finemente a coltello  

 In una ciotola verso il pane grattugiato con il formaggio grattugiato 

 Unisco le foglie tritate, pepe e sale un ciuffo di prezzemolo tritato

 Unisco l’uovo e aggiungo il brodo nel quale ho sciolto il burro

 Inizio ad impastare, devo ottenere un impasto compatto ma morbido e aggiungo mezzo spicchio di aglio grattugiato

 Suddivido il ripieno in 5 parti e lo dispongo sulle foglie, potete sovrapporre anche 2 foglie

 Arrotolo chiudendo bene a fagottino in modo che il ripieno resti ben chiuso all’interno 

 Con uno spago da cucina lo lego bene 

 Li preparo tutti 

 Porto una pentola con acqua in ebollizione con pochissimo sale e lesso i “Capù” per circa 20 minuti, per verificare la cottura provate a pungerli, le foglie devono essere tenere, io ho aggiunto la metà dello spicchio di aglio nell’acqua

 Li scolo e li lascio intiepidire, tolgo gli spaghi di contenimento

 Li taglio a fettine e li dispongo su un piatto versando del buon olio extravergine

 

 

CAVOLINI DI BRUXELLES AL PARMIGIANO

  Una ricetta veloce per un contorno semplice ma gustoso

INGREDIENTI

Cavolini di Bruxelles

Olio extravergine

Aglio

Peperoncino

Sale, pepe

Parmigiano grattugiato

Pulisco i cavolini togliendo l’estremità ed eventuali foglie segnate 

 Li lavo e li metto in una ciotola con un po’di acqua 

 Copro con pellicola 

  Metto nel microonde per 10 minuti alla massima potenza per 10 minuti

 In una larga padella verso dell’olio extravergine, uno spicchio di aglio e un pezzetto di peperoncino e lascio rosolare 

 Taglio a metà i cavolini 

 Li verso nella padella, aggiungo sale e pepe e rosolo a fuoco vivace per alcuni minuti 

 Quando iniziano a colorire cospargo con abbondante parmigiano,  

 Copro un minuto con un coperchio, e sono pronti, ottimi come contorno ad esempio come ho fatto io con cosce di pollo arrostite