ZUCCHINE IMPANATE AL FORNO

Buone croccanti e dietetiche queste zucchine si prestano bene come accompagnamento a piatti di carne e pesce, non serve pesare gli ingredienti, andate un po’ ad occhio

INGREDIENTI 

Zucchine (meglio un po’ grosse)

Albume d’uovo

Pane grattugiato

Formaggio grattugiato

Olio extravergine di oliva

Sale

Io ho preparato una zucchina grande, ho suddiviso l”albume dal tuorlo che utilizzerò per un’ altra ricetta, o comunque riutilizzate degli albumi avanzati

Lo batto leggermente con una forchetta


Lavo bene una zucchina e la spunto da ambo i lati

Con una mandolina la affetto a rondelle dello spessore di circa mezzo cm

Passo le rondelle nell’albume

In un piatto verso del pane grattugiato e aggiungo qualche cucchiaio di parmigiano o pecorino come preferite e li mescolo insieme

Avvolgo ogni fettina di zucchina nella panatura pressando  leggermente in modo che siano ben ricoperte

Ricopro una teglia con carta forno e allineo le zucchine

Cospargo con un filo di olio extravergine

Inforno a 180 gradi per circa 20 minuti girandole a metà cottura, le tolgo dal forno e aggiungo poco sale

Io le le ho servite con chele di granchio al forno, davvero croccanti e stuzzicanti

SCAROLA STUFATA CON OLIVE E CAPPERI

  Io ho sempre consumato la scarola cruda come insalata ma poi ho scoperto che è buonissima cotta, un ottimo contorno, la scarola non è molto usata al Nord è più nella tradizione Campana, con l’aggiunta di pinoli e uvetta, io ho provato questa versione molto gustosa, buonissima anche la pizza di scarola, ma é versatile per molte ricette

INGREDIENTI

1 cespo di scarola

3 cucchiai di capperi dissalati

4/5 acciughe 

100 gr di olive verdi denocciolate 

100 gr di olive nere denocciolate

1 spicchio di aglio

1 pezzetto di peperoncino

Olio extravergine

Prendo un bel cespo di scarola, elimino la parte della radice 

 Taglio le foglie in tre o quattro pezzi e la lavo in abbondante acqua 

 La scolo 

 In una padella verso dell’olio extravergine, l’aglio, il peperoncino e le acciughe e lascio rosolare 

 Aggiungo la scarola 

 Copro con un coperchio e lascio cuocere per 10 minuti mescolando ogni tanto finché si sarà stufata 

 A questo punto aggiungo le olive e i capper dissalati 

 Cuocio per altri 5 minuti finchè l’acqua che si è formata sarà evaporata, io non ho aggiunto sale perché le olive e i capperi  sono già sapidi, voi assaggiate, ecco è già pronta, veloce e gustosa

 Si accompagna bene a piatti sia di carne che di pesce

PATATE AL FORNO PAPRICA E PARMIGIANO

Stuzzicanti, saporite leggermente piccanti queste patate sono una vera golosità, ottimo contorno o per un aperitivo, formano una crosticina croccante e saporita alla quale non si può resisterete

 INGREDIENTI

2 Patate (meglio grandi)

4/5 cucchiai di Parmigiano o grana Padano grattugiato

1 cucchiaino di paprica piccante (o dolce a piacere)

2 cucchiaini di origano

1 spicchio di aglio

Sale

Pepe

Questa preparazione richiede le patate con la buccia come le preparano americani e tedeschi, in questo modo le fette resteranno più integre, scielgo comunque patate con la buccia sottile e piuttosto grandi, le lavo bene con una spazzolino  e le asciugo

Le taglio a fette piuttosto grosse


Le metto in una ciotola e verso dell’olio in modo da ungerle uniformemente
 Cospargo con qualche cucchiaio di formaggio grattugiato

 Mescolo anche con le mani in modo da ricoprirle interamente

 In una ciotola metto un cucchiaino di  sale, regolatevi voi dipende dalla quantità che ne preparate, un cucchiaino abbondante di paprica, io la preferisco piccante ma potete scegliere quella dolce, un paio di cucchiaini di origano e li verso sulle patate mescolando

 Grattugio finemente uno spicchio di aglio, altrimenti un cucchiaino di quello in polvere

Massaggio bene le patate in modo da far aderire bene la panatura e le  dispongo su una placca rivestita di carta forno, tenetele separate le une dalle altre, infornate a 180 gradi per 30/40 minuti, dipende dalla loro dimensione, devono diventare croccanti e dorate

 Accompagnatele con ketchup oppure maionese, io l’ho preparata con la mia ricetta che trovate sul blog ” maionese fatta in casa”, veloce e molto più buona di quella comperata, ottimo accompagnamento ai “bocconcini di pollo croccanti”  (vedi blog)

I “CAPÙ” FAGOTTINI DI COSTE RIPIENI

  È una ricetta povera della tradizione lombarda, è un piatto visto preparare prima dalla mia nonna e poi dalla mia mamma, ingredienti poveri ma veramente gustosi, in molti ristoranti della mia zona, a Gargnano sul Garda li servono come antipasto, io li servo come accompagnamento a secondi piatti ma anche con formaggi e salumi, questa è la ricetta della mia casa, ognuno nella propria famiglia ha delle piccole varianti

INGREDIENTI PER 5 FAGOTTINI

8/10 foglie di coste grandi

150 gr di pane raffermo grattugiato

75 gr di grana padano o parmigiano grattugiato

20 gr di burro

1/4 di litro di brodo

1 uovo

1 spicchio di aglio

Prezzemolo tritato

Olio extravergine del Garda

Sale

Pepe

Lavo bene le foglie delle coste, elimino la parte bianca del gambo, tenetele per un’altra ricetta che trovate sul blog “coste di bietole impanate”

 Le dispongo sul piano di lavoro ben aperte con la parte rovescia rivolta in alto

 Le foglie più piccole le tengo da parte

 Le trito finemente a coltello  

 In una ciotola verso il pane grattugiato con il formaggio grattugiato 

 Unisco le foglie tritate, pepe e sale un ciuffo di prezzemolo tritato

 Unisco l’uovo e aggiungo il brodo nel quale ho sciolto il burro

 Inizio ad impastare, devo ottenere un impasto compatto ma morbido e aggiungo mezzo spicchio di aglio grattugiato

 Suddivido il ripieno in 5 parti e lo dispongo sulle foglie, potete sovrapporre anche 2 foglie

 Arrotolo chiudendo bene a fagottino in modo che il ripieno resti ben chiuso all’interno 

 Con uno spago da cucina lo lego bene 

 Li preparo tutti 

 Porto una pentola con acqua in ebollizione con pochissimo sale e lesso i “Capù” per circa 20 minuti, per verificare la cottura provate a pungerli, le foglie devono essere tenere, io ho aggiunto la metà dello spicchio di aglio nell’acqua

 Li scolo e li lascio intiepidire, tolgo gli spaghi di contenimento

 Li taglio a fettine e li dispongo su un piatto versando del buon olio extravergine

 

 

CAVOLINI DI BRUXELLES AL PARMIGIANO

  Una ricetta veloce per un contorno semplice ma gustoso

INGREDIENTI

Cavolini di Bruxelles

Olio extravergine

Aglio

Peperoncino

Sale, pepe

Parmigiano grattugiato

Pulisco i cavolini togliendo l’estremità ed eventuali foglie segnate 

 Li lavo e li metto in una ciotola con un po’di acqua 

 Copro con pellicola 

  Metto nel microonde per 10 minuti alla massima potenza per 10 minuti

 In una larga padella verso dell’olio extravergine, uno spicchio di aglio e un pezzetto di peperoncino e lascio rosolare 

 Taglio a metà i cavolini 

 Li verso nella padella, aggiungo sale e pepe e rosolo a fuoco vivace per alcuni minuti 

 Quando iniziano a colorire cospargo con abbondante parmigiano,  

 Copro un minuto con un coperchio, e sono pronti, ottimi come contorno ad esempio come ho fatto io con cosce di pollo arrostite 

 

PATATE AL FORNO CON CIPOLLE BIONDE E ROSSE

  INGREDIENTI

PATATE

CIPOLLE BIONDE

CIPOLLE ROSSE

AROMI MISTI PER PATATE OPPURE SALVIA E ROSMARINO

SALE

PEPE

OLIO EXTRAVERGINE

Sbuccio le patate 

Le taglio a fette di circa un cm

  Le metto in una terrina coperte di acqua e le sbollento per 10 minuti a microonde oppure in acqua in ebollizione 

Prendo le cipolle, le ho sbucciate e tagliate dello spessore di un cm come per le patate 

 Le metto in una terrina coperte di acqua e le sbollento allo stesso modo delle patate per 10 minuti 

Prendo una teglia di alluminio, io la rivesto con un foglio di carta forno, aggiungo le pateteve le cipolle ben mescolate  

Aggiungo gli aromi, olio extravergine, mescolo bene

Inforno a180 gradi per circa 35/40 minuti mescolando spesso, quasi a fine cottura aggiungo sale e pepe 

Buonissime, saporite ottimo contorno per arrosti, wurstel alla griglia e grigliate miste 

  

CIPOLLE AL CARTOCCIO

INGREDIENTI

Cipolle

Sale

Pepe

Olio extravergine

Aceto Balsamico

Procuratevi delle belle cipolle di misura regolare, potete scegliere tra la qualità che preferite 

 Taglio dei fogli di carta alluminio e appoggio ogni singola cipolla

Chiudo formando un cartoccio ben sigillato

Formo tutti i cartocci e li appoggio su una placca da forno

Inforno a 180 gradi per circa 30/40 minuti

Trascorpo il tempo apro un pacchettino e controllo la cottura

Se sono cotte le sbuccio

Elimino il fondo e la parte sopra e taglio le cipolle a pezzi

Le condisco con olio, pepe, sale, aceto balsamico o se preferite quello normale e mescolo bene

Servitele come contorno, adatte per carne o pesce 


CAPPERI SOTT’OLIO

 Questa è la ricetta della mia famiglia, la mia mamma la prepara da sempre, un ricordo che ho fin da piccola, il profumo dell’aceto che si sentiva in cucina, uno di quei ricordi indimenticabili, questi sono stati preparati con l’aiuto della mia mamma, ho mangiato spesso capperi preparati da altri, buoni per carità, ma vi assicuro che questi sono davvero speciali, forse perché sanno di casa, dolci, non troppo aciduli, insomma davvero fantastici!!!!!!!!!! Grazie mamma per aver condiviso il tuo segreto😍😍😍😍😍

INGREDIENTI

500 gr di capperi  di Gargnano (Lago di Garda) sotto sale (vedi ricetta blog)

250 ml di aceto bianco

100 ml di olio extravergine del Garda ( meglio se di Gargnano e di Azienda Biologica)

Acqua qb

Olio extravergine per rabbocco vasii 

 Risciacquo molto bene i capperi in acqua fredda per eliminare il sale 

Li verso in una pentola, aggiungo 1 litro e mezzo di acqua, appena iniziano a sobbollire li tolgo dal fuoco

Li scolo 

Li metto nuovamente nella padella aggiungo 750 ml di acqua fredda, 250 ml di aceto bianco

Aggiungo 100  ml di olio extravergine 

 Porto nuovamente sul fuoco e al primo cenno di bollore spengo il gas, non li faccio bollire altrimenti diventano mollicci

 Verso i capperi nei vasetti aggiungendo un po’ del loro  liquido di cottura 

 Rabbocco con olio extravergine

 Lascio i vasetti scoperti perchè il liquido viene assorbito quindi faccio un rabbocco con l’olio extravergine

Quando i capperi non assorbono più olio, tappo i vasetti 

Li conservo in un luogo fresco, buonissimi per preparare salse da abbinare a carne e pesce, aggiunti alle insalate vegetali e di riso, a paste fredde, sulla pizza, per farcire toast, insomma un prodotto davvero versatile saporito e profumatissimo

  

 

CARCIOFI TRIFOLATI

IMG_3498

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

8 carciofi grandi
Olio extravergine
2 spicchi di aglio
Prezzemolo
1 cucchiaio di parmigiano
1 cucchiaio di pane raffermo grattugiato
Acqua o brodo vegetale
Sale, pepe

PULITURA CARCIOFI
Ogni anno il mio fruttivendolo di fiducia mi vende a un prezzi stracciatissimo direi quasi regalati una cassa di carciofi, quindi una parte li surgelo e una parte li utilizzo per varie ricette, a noi piacciono molto in umido
Prima operazione mi infilo un paio di guanti in lattice perché i carciofi fanno diventare le dita nere e difficile poi da pulire

IMG_3499

Inizio a sfogliarli lasciando attaccata la base finché raggiungo le foglie più tenere

IMG_3500

Elimino un pezzo di gambo e taglio la punta delle foglie tenendo il cuore

IMG_3501

Con uno spelucchino pelo il gambo

IMG_3502

Taglio a metà il carciofo compreso il gambo

IMG_3503

Elimino il cuore centrale dove si trova della peluria o barbetta

IMG_3504

Man mano che i carciofi sono puliti li metto in acqua fredda acidulata con un limone per evitare che anneriscano

IMG_3506

Se ne avete molti come nel mio caso una parte li preparo per surgelarli, la ricetta la trovate sul blog nella sezione ” basi’ altrimenti in una padella aggiungo un goccio di olio con 2 spicchi di aglio

IMG_3488

Lascio imbiondire poi aggiungo i carciofi ben scolati

IMG_3489

Aggiungo sale e pepe unisco un paio di bicchieri di acqua o meglio ancora di brodo vegetale

IMG_3492

Copro la pentola e cuocio per circa 20 minuti mescolando ogni tanto e aggiungendo se serve altro liquido
Controllo la cottura se sono teneri aggiungo del prezzemolo tritato, elimino l’aglio, deve rimanere del liquido di cottura

IMG_3498

In una ciotolina mescolo il parmigiano con il pane grattugiato

IMG_3496

Li distribuisco sui carciofi e lascio cuocere qualche minuto in modo che il liquido si addensa

IMG_3497

Ecco un ottimo contorno pronto come accompagnamento a carne, pesce, o affettati e formaggi

NASELLO CON SPAGHETTI DI VERDURE E SALSA AL BASILICO

IMG_3257

Piatto veramente light ma molto saporito, l’importante tenere le verdure croccanti e il pesce in immersione con una cottura delicata e resterà succoso e tenerissimo

INGREDIENTI PER 2 PERSONE

1 confezione di polpa di nasello (io lo avevo surgelato)
1 litro e mezzo di brodo di verdure
1 carota grande
1 zucchina grande
1 patata grande
1 porro
Sale, pepe
Olio extravergine d’oliva
10/12 foglie di basilico

Ecco il mio nuovo attrezzo, la macchinetta che taglia gli spaghetti di verdure
Li preparo, bisogna scegliere delle verdure piuttosto grandi, inserisco la zucchina dopo averla lavata e tolto le estremità, sbuccio la carota e la patata

IMG_3229

Giro la manovella ed ecco gli spaghetti, gli scarti, il centro della verdura che esce lo conservo per il brodo

IMG_3232

Preparo gli spaghetti con le altre verdure, le carote e le patate le tengo in acqua fredda, le carote per non farle annerire e le patate per farle perdere l’amido

IMG_3239

Tolgo alcune foglie del porro le lavo molto bene

IMG_3241

Lo taglio sottile come gli spaghetti

IMG_3242

Con gli scarti delle verdure ed eventualmente aggiungendone, preparo un brodo vegetale che salo leggermente e quando è pronto lo filtro e lo lascio nella pentola

IMG_3246

In una pentola con acqua salata, scotto per circa 2/3 minuti le verdure, non cuocetele troppo altrimenti si rompono, devono rimanere croccanti, io ho cotto le verdure separate per valutare meglio le cotture, quindi le ho scolate e trasferite in una padella con poco olio

IMG_3253

In un mixer metto del basilico, olio, extravergine, sale, pepe, frullo e ottengo una salsina

IMG_3254

Verso un paio di cucchiai di salsa al basilico e lo salto con le verdure

IMG_3255

Prendo il nasello nel mio caso che ho decongelato

IMG_3248

Lo immergo completamente nel brodo vegetale e abbasso al minimo, copro e lascio per circa 10/15 minuti senza più toccarlo, passato il tempo spengo la fiamma e lascio nel brodo fino al momento dell’uso

IMG_3249

Impiatto, tolgo il nasello dal brodo, lo asciugo su un foglio di carta assorbente e lo servo nel piatto con gli spaghetti di verdure caldi e la salsina al basilico

IMG_3258