PRALINÉ DI MANDORLE E NOCCIOLE

Un croccante di nocciole e mandorle frullato è ridotto in una morbida crema, una invenzione dei francesi nel seicento, golosa e si presta a molte preparazioni di pasticceria, presto vi presenterò la ricetta di un tortino super goloso, questa golosità si conserva chiusa in barattolo in frigorifero per 4 mesi

INGREDIENTI PER 500 GR DI PRALINÉ

250 GR DI ZUCCHERO SEMOLATO

125 GR DI MANDORLE PELATE

125 GR DI NOCCIOLE PELATE

50 GR DI ACQUA

Trasferisco le mandorle e le nocciole su una placca rivestita di carta forno e lascio tostare a 150 gradi per 15/20 minuti

In un pentolino verso lo zucchero e l’acquaLascio scioglierePorto a una temperatura di 120 gradiTolgo dal fuoco e aggiungo la frutta secca Mescolo finché lo zucchero avvolge tutta la frutta seccaLo zucchero si cristallizza e diventa biancoA questo punto riporto sul fuoco a fiamma bassa, pian piano lo zucchero si scioglie e inizia a caramellare, continuate a mescolareLo zucchero si scioglie nuovamente e inizia a caramellare diventando ambrato, attenzione a non bruciarlo, rischia di diventare amaroIl croccante é pronto, tolgo dal fuoco e lo verso su una placca rivestita di carta forno allargandolo e lasciandolo raffreddareQuando é ben freddo e duro lo spezzettoLo inserisco in un mixer potenteInizio a frullare alla massima potenzaIl praliné é pronto quando diventa una morbida crema lucida, ci vorranno alcuni minutiTrasferisco la crema in un vasetto, chiudo e conservo in frigoriferoQuesta ricetta l ‘ho trovata sulla rivista ” Cucina Italiana”