GNOCCHI DI PANE CON PANNA E SPECK

Una ricetta economica, ma gustosa e di facile preparazione, utilizzando il pane che spesso avanza

INGREDIENTI X 4 PERSONE

300 GR DI MOLLICA DI PANE

200 GR DI LATTE

90 GR DI FARINA 00

30 GR DI PARMIGIANO

1 UOVO GRANDE

SALE

NOCE MOSCATA

CONDIMENTO

100 GR DI SPECK

200 ML DI PANNA DA CUCINA

PEPE

PARMIGIANO O GRANA PADANO GRATTUGIATO

PREZZEMOLO TRITATO

In una ciotola spezzetto il pane, io avevo del pane da tramezzini integrale, ma va bene anche la mollica di pane comune, scaldo il latte e lo aggiungo, lascio macerare per un’ora mescolando ogni tanto

Aggiungo l’uovo, il parmigiano e la farina

Grattugio della noce moscata e aggiungo un pizzico di sale

Lavoro con le mani e formo un panetto, se fosse troppo appiccicoso aggiungete poca farina, ma senza esagerare

Formo dei rotolini come i classici gnocchi e li taglio in piccoli pezzi

Li dispongo su un vassoio ricoperto di carta forno, in questo modo sarà semplice trasportarli in acqua per la cottura

Taglio lo speck a fette sottili e poi a striscioline che aggiungo alla panna in una padella

Aggiungo del pepe

Aggiungo qualche cucchiaio di acqua di cottura degli gnocchi che nel frattempo ho fatto bollire finché vengono a galla e del prezzemolo tritato

Scolo gli gnocchi e li verso nel sugo

Mescolo, unisco il grana macinato e servo gli gnocchi

BISCOTTI GRANELLA DI NOCCIOLE E NUTELLA

Spaziali questi biscotti, nocciole e nutella un mix al quale non riesco a resistere

INGREDIENTI

300 GR DI FARINA 00

120 GR DI ZUCCHERO

1 UOVO INTERO

1 TUORLO

1 BUSTINA DI LIEVITO PER DOLCI (16 GR)

140 GR DI BURRO A TEMPERATURA AMBIENTE

VANIGLIA IN POLVERE O BACCA

LATTE ( 1 COPPETTA)

NOCCIOLE QB.

NUTELLA QB.

Setaccio farina e lievito in una ciotola

Aggiungo il burro a pezzetti, lo zucchero e la vaniglia

Unisco l’uovo intero e il tuorlo

Impasto velocemente con la punta delle dita per non scaldare troppo l’impasto

Lavoro fino a formare un panetto che appiattisco, avvolgo nella pellicola e lascio riposare almeno mezz”ora in frigorifero

Trascorso il tempo di riposo prendo l’impasto e lo suddivido in pezzetti grandi come una noce, se volete essere precisi, prendete l’impasto pesatelo e suddividete per 20, il numero di biscotti che otterrete e formate tante palline senza lavoro troppo l’impasto

Intanto trito a coltello, grossolanamente, le nocciole spellate e tenendone 20 per la finitura, in una ciotola verso un goccio di latte, immergo velocemente la pallina 1 per volta

Avvolgo la pallina con le nocciole tritate pressandole un po’ per farle aderire bene

Le appoggio allineate e distanziate sulla placca rivestita di carta forno

Con il fondo di un piccolo matterello o un mestolo presso al centro del biscotto creando un incavo profondo

Li preparo tutti poi li inforno a 180 gradi per 15 minuti devono leggermente dorare

A cottura ultimata tolgo dal forno e lascio raffreddare

Metto la nutella in un sac a poche

Farcisco con una noce di nutella

Appoggio al centro di ogni biscotto una nocciola

Si conservano per diversi giorni in una scatola di latta o sotto una campana di vetro

FILONCINI DI PANE DI SEMOLA RIMACINATA POCO LIEVITO E LUNGA LIEVITAZIONE

LEGGERI E CROCCANTI MOLTO FACILI DA PREPARARE, CI VUOLE SOLO PAZIENZA PER LA LIEVITAZIONE

INGREDIENTI PER 2 FILONI

500 GR DI SEMOLA DI GRANO DURO RIMACINATA

320 GR DI ACQUA

1,5 GR DI LIEVITO DI BIRRA DISIDRATATO O 5 GR DI LIEVITO FRESCO

7 GR DI SALE

Sciolgo il sale in metà acqua della dose

Verso nella planetaria metà farina e verso l’acqua con il sale ed inizio ad impastare con il gancio

Poi verso il resto della farina e tutta l”acqua

Impasto per almeno 10 minuti o finché l’impasto risulta molto liscio, potrebbe richiedere un goccio di acqua in più dipende dal tipo di farina utilizzata

Lo tolgo dal cestello e formo una palla, deve essere morbido e liscio

Lo metto in una grande ciotola, copro con pellicola e lascio lievitare 24 ore a temperatura ambiente, io l’ho messo nel forno spento

Dopo 24 ore si presenterà così

Infarino con la semola la spianatoia e rovescio l’impasto aiutandomi con una spatola

Appiattisco il panetto con le mani infarinate e lo taglio in 2 metà uguali

Formo due rettangoli, non servirà il matterello perché l’impasto é morbido, arrotolo su sé stesso

Formo due filoncini

Li appoggio su una teglia ricoperta di carta forno infarinata

Con una lametta o un coltello affilato pratico delle incisioni e spolverizzo con la semola

Copro con la pellicola o un panno umido e lascio lievitare ancora 3 ore, ancora nel forno spento

Poco prima dello scadere delle 3 ore tolgo la teglia dal forno e riscaldo il forno statico a 220 gradi

Inforno per 15 minuti nella parte media del forno poi abbasso a 200 gradi e continuo la cottura per altri 20 minuti, devono gonfiarsi e dorarsi, gli ultimi 5 minuti apro leggermente il forno in modo da far uscire il vapore e renderli più croccanti

LECCA LECCA DI PARMIGIANO CON SEMI VARI

Dei deliziosi stuzzichini per un aperitivo, un consiglio fatene in abbondanza perché spariscono velocemente, molto scenografici su un buffet

INGREDIENTI

PARMIGIANO O GRANA PADANO GRATTUGIATI

SEMI DI :

SESAMO

PAPAVERO

ZUCCA

LINO

STECCHI DI LEGNO (PER SPIEDINI)

Rivesto una teglia con carta forno, appoggio un coppa pasta e aggiungo un paio di cucchiaini di formaggio grattugiato in modo da ricoprire tutta la superficie

Presso un pochino con il cucchiaino deve risultare uniforme

Tolgo il coppa pasta

Appoggio uno stecchino su ogni disco

Copro anche l’attaccatura in modo che in cottura lo stecchino resta fisso

Adesso cospargo con i vari semi che ho scelto, sesamo

Semi di zucca

Semi di lino

Semi di papavero

Scaldo il forno a 200 gradi e inforno per 5/6 minuti

Fate attenzione, controllate la cottura che é veloce, devono risultare appena dorati, non fateli scurire troppo altrimenti prendono un gusto amaro

Lasciateli raffreddare prima di staccarli dalla carta forno, io ho preso una grande coppa, ho inserito del sale grosso e ho infilato gli stecchi, fate attenzione perché sono delicati

CIAMBELLINE DI FROLLA CON CIOCCOLATO E ARANCIA CANDITA

Semplici biscottini di frolla, io ho aggiunto dei canditi ma se non vi piacciono potete eliminarli, si conservano in un vaso di vetro o una scatola di latta

INGREDIENTI PER 14 CIAMBELLINE

200 GR DI FARINA OO

100 GR DI BURRO

50 GR DI ZUCCHERO

1 UOVO

40 GR DI GOCCE DI CIOCCOLATO

40 GR DI ARANCIA CANDITA

1 ARANCIO LA BUCCIA GRATTUGIATA

ZUCCHERO PER DECORARE

In una ciotola verso farina, zucchero e burro a temperatura ambiente

Grattugio la buccia di un’arancia

Inizio a lavorare velocemente con le mani

Quando inizia a compattarsi unisco il cioccolato e i canditi

Formo un panetto schiacciato che avvolgo in una pellicola e metto a riposare almeno mezz’ora in frigorifero

Trascorso il tempo di riposo taglio dal panetto delle striscioline di circa 1 cm

Arrotolo e formo un cilindro lungo circa 10 cm

Chiudo ad anello dando una bella forma circolare

Avvolgo completamente le ciambelline nello zucchero sopra e sotto

Le appoggio distanziate su una placca ricoperta di carta forno

Cuocio a 170 gradi per circa 20 minuti, io forno ventilato, lasciateli raffreddare prima di conservarli in una scatola

CREMA PASTICCIERA AL LIMONE

INGREDIENTI

500 ML DI LATTE INTERO

3 LIMONI BIOLOGICI SOLO LA SCORZA

6 TUORLI

150 GR DI ZUCCHERO

30 GR DI FARINA 00

30 GR DI AMIDO DI MAIS

Porto a bollore il latte con la buccia di 2 limoni, solo la parte gialla

In un pentolino metto i tuorli con lo zucchero e mescolo subito per non farli granire

Non serve montarli

Setaccio la farina con l”amido e li aggiungo alle uova

Mescolo bene con una frustina

Aggiungo il latte dopo aver eliminato le scorze del limone

Stempero bene e porto sul fuoco sempre mescolando

Continuo a mescolare finché si addensa, pochi minuti e tolgo dal fuoco

La verso subito in una pirofila ben fredda e grattugio la buccia del limone rimasto, mescolo energicamente

Copro con pellicola a contatto e ripongo in frigorifero fino all’utilizzo

PASTA BISCOTTO PER ROTOLI FARCITI

Una base biscotto soffice, morbida adatta da farcire con crema pasticciera (vedi la ricetta “crema pasticciera al limone “sul blog) o quello che preferite, marmellata o Nutella, buonissimo

INGREDIENTI TEGLIA 32 x 36

5 UOVA INTERE

125 GR DI ZUCCHERO

100 GR DI FARINA 00

25 GR DI AMIDO DI MAIS

VANIGLIA IN BACCA O POLVERE

Nella ciotola della planetaria rompo le uova intere e aggiungo lo zucchero

Monto con le fruste per almeno 10 minuti deve diventare un composto gonfio e soffice, deve scrivere

Setaccio per 2 volte la farina con l’amico di mais

Aggiungo la vaniglia

Ricopro la teglia con carta forno

Quando il composto é pronto aggiungo circa metà della farina mescolando con una spatola dal basso verso l’alto

Aggiungo il resto della farina

L”impasto é liscio e la farina ben incorporata

Verso il composto nella teglia

Con una spatola lo livello bene

Inforno a 180 gradi per 10 minuti, attenzione a non seccarlo troppo, deve essere dorato ma morbido altrimenti non riuscirete ad arrotolarlo

Metto un po’ di zucchero semolato in superficie

Bagno un canovaccio con acqua fredda poi lo strizzo bene e capovolgo la pasta biscotto, tolgo delicatamente la carta forno

Arrotolo delicatamente

Lascio raffreddare

A questo punto potete farcitelo come più vi piace

Io l’ho farcito con crema pasticciera e fragole, l”ho poi arrotolato è fatto riposare in frigorifero, al momento di servirlo lo cospargo con zucchero a velo

STRUDEL TRENTINO

Ho preparato una ricetta pubblicata nella pagina Facebook di “Giovanni Gandino fans club”maestro della panificazione e non solo, che in questi giorni di segregazione forzata causa Covid 19 regala delle video ricette per farci un po’ di compagnia.Davvero buono questo dolce, io amo lo strudel con la pasta frolla, buono anche dopo un paio di giorni se avanza!!!!

INGREDIENTI

FROLLA

250 GR FARINA 00

125 GR DI BURRO

125 GR DI ZUCCHERO A VELO

1/2 LIMONE LA BUCCIA GRATTUGIATA

1 CUCCHIAIO DI LATTE

1 UOVO

10 GR DI LIEVITO PER DOLCI

1 PIZZICO DI SALE

20 GR DI BURRO FUSO PER SPENNELLARE LA SUPERFICIE

RIPIENO

3 MELE TRENTINE

50 GR DI ZUCCHERO

50 GR DI PANE GRATTUGIATO

40 GR DI UVETTA (io ne ho messi 60 gr)

20 GR DI PINOLI

20 ML DI RHUM O GRAPPA

10 GR DI CANNELLA (io 6 gr secondo me la dose indicata é eccessiva)

1/2 LIMONE LA BUCCIA GRATTUGIATA E IL SUCCO

In una ciotola setaccio la farina con il lievito e aggiungo il burro

Lo lavoro con le mani e ottengo una “sabbia”, aggiungo il sale

Lo zucchero a velo

L”uovo, la buccia del mezzo limone grattugiato e il cucchiaio di latte

Impasto velocemente, formo un panetto che appiattisco, avvolgo nella pellicola e metto in frigorifero per un’ora

Preparo il ripieno, sbuccio le mele, le taglio a cubetti e le metto in una ciotola spremo il mezzo limone per non farle annerire

Aggiungo zucchero e cannella mescolati, la buccia di mezzo limone grattugiata e il pane grattugiato

Aggiungo l”uvetta precedentemente ammollata in acqua tiepida e poi strizzata

I pinoli che ho tostato qualche minuto in un pentolino

Mescolo bene

Stendo la frolla circa 3 /4 mm su un foglio di carta forno formando un rettangolo , io (38×28) e metto al centro il ripieno

Avvolgo su se stesso fino a metà

Chiudo lasciando la chiusura sotto

Spennello con burro fuso

Inforno a 180 gradi per 30 minuti deve risultare bello dorato, lo lascio intiepidire poi cospargo di zucchero a velo

Buonissimo

TARALLI SUGNA(STRUTTO) PEPE E MANDORLE

Una buonissima ricetta presa dal blog “Misya“ uno stuzzichino tipico napoletano, molto saporiti, da servire con un aperitivo o una buona birra ghiacciata

INGREDIENTI PER 12 TARALLI

LIEVITINO ( da preparare 1 ora prima)

100 GR DI FARINA O0

80 ML DI ACQUA

3 GR DI LIEVITO SECCO O 8 FRESCO

1 PIZZICO DI ZUCCHERO

IMPASTO

300 GR DI FARINA 00

70 ML DI ACQUA

150 GR DI STRUTTO

15 GR DI SALE

2 CUCCHIAINI DI PEPE NERO MACINATO

120 GR DI MANDORLE CON LA PELLE

FINITURA

36 MANDORLE

STRUTTO

In una ciotolina verso tutti gli ingredienti per il lievitino, farina, lievito, zucchero e l’acqua

Mescolo velocemente, ottengo un composto appiccicoso che copro con la pellicola e metto a lievitare per 1 ora in forno spento

In un padellino faccio tostare le mandorle (120 gr) per pochi minuti poi le trito non troppo finemente con un mixer

Dopo un”ora prendo il lievitino

Lo verso in una ciotola con la farina e il sale

Aggiungo il pepe e lo strutto

Le mandorle tritate e l”acqua

Impasto velocemente, devo compattare senza lavorare troppo altrimenti i taralli resteranno gommosi

L”impasto é pronto

Io l”ho pesato e diviso per 12 pezzi

Ogni pallina la divido a metà

Preparo due rotolini di circa 15 cm l’uno

Li unisco da un lato e arrotolo

Li arrotolo su se stessi e li chiudo ad anello

In una ciotolina metto le 36 mandorle con dell’acqua per idratarle

Ne dispongo 3 su ogni tarallo schiacciandole un po’

Li dispongo sulla placca rivestita da carta forno

Copro con una pellicola e metto a lievitare ancora 2 ore, non aumenteranno molto, trascorso il tempo sciolgo un paio di cucchiai di strutto e li spennello

Inforno a 160 gradi per 45 minuti

Lasciarli raffreddare prima di consumarli, si conservano per diversi giorni chiusi in sacchettini alimentari

RISOTTO CON PESCE PERSICO DEL GARDA

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

320 GR DI RISO CARNAROLI O PER RISOTTI

20 FILETTINI DI PESCE PERSICO

1 CIPOLLA PICCOLA

OLIO EXTRAVERGINE DEL GARDA

BRODO VEGETALE (SEDANO CAROTA CIPOLLA)

1/2 BICCHIERE DI VINO BIANCO

POCA FARINA 00

30 GR DI BURRO PER IL PERSICO

30 GR BURRO PER MANTECARE

7/8 FOGLIE DI SALVIA

LIMONE SOTTO SALE OPPURE LA BUCCIA GRATTUGIATA DI UN LIMONE

SALE

PEPE

Preparo il brodo vegetale mettendo in una pentola le verdure, aggiungo circa 1 litro e mezzo di acqua fredda e porto a bollore e cuocio per circa mezz”ora senza salare

In una padella verso dell”olio aggiungo la cipolla tritata

Lascio soffriggere e aggiungo il riso e lascio tostare, sfumo con il vino bianco

Aggiungo poco per volta il brodo bollente

Intanto che il riso cuoce preparo i filetti di persico, io ho la fortuna di avere il mio pescatore di fiducia che mi porta i filetti perfettamente pronti e puliti

Li infarino

In una larga padella metto il burro e la salvia, lascio soffriggere e aggiungo i filetti di persico, li cuocio da ambo i lati

Quando sono cotti li tengo da parte

16 filetti uguali li tengo da parte per la finitura del piatto, 4 a testa, i più piccoli, gli altri li taglio a pezzetti

Intanto aggiungo il sale, ricordate il brodo non é salato e pochi minuti prima della fine della cottura aggiungo il pesce tritato

Verso i pezzettini di limone o la buccia grattugiata

Un bel pezzo di burro e manteco, una macinata di pepe

Verso il riso nei piatti, adagio sopra 4 filettini di persico ben caldi con le foglioline di salvia e servo subito