PANE ALLE NOCI E UVETTA (SENZA IMPASTO)

20140108-213026.jpg

Questa ricetta è semplicissima, è un pane che non ha bisogno di impasto ne con le le mani ne con l’impastatrice il segreto è un impasto molto idratato, una lunga lievitazione e l’uso di pochissimo lievito
L’altro elemento fondamentale è l’uso di un contenitore per la cottura che sopporti i 220 gradi e sia fornito di un coperchio che chiuda molto bene (sul blog usano una pentola in ghisa, io ho provato con una pirofila in pirex e funziona)
Infatti l’impasto verrà messo nella pentola portata a 220 gradi poi chiuso, in questo modo il vapore che si formerà all’interno renderà il pane croccante fuori e cotto perfettamente all’interno
Ringrazio il sito VivaLaFocaccia.com che spiega in maniera eccezionale tutte le fasi della lavorazione, spero di essere chiara ma provatelo perché è eccezionale e veramente facile

Ingredienti

350 gr di acqua fredda
400 gr di farina 00
50 gr di noci tritate grossolanamente
85 gr di uvetta ( facoltativo)
8 gr di sale
6 gr di lievito di birra fresco o 2 gr secco in bustina
Un pizzico di pepe

Se non vi piace l’uvetta potete evitarla ma dovete aggiungere 5 gr di zucchero per nutrire il lievito

20140108-214653.jpg

In una terrina piuttosto grande verso tutti gli ingredienti secchi amalgamandoli bene, subito anche il sale che di solito non si mette mai subito vicino al lievito, qui non fa differenza

20140108-215836.jpg

Aggiungo l’acqua tutta in una volta

20140108-220031.jpg

Mescolo velocemente meno di un minuto finché l’acqua è stata assorbita

20140108-220307.jpg

L’impasto risulta grezzo e granuloso, lo copro bene e lo lascio lievitare dalle 12 alle 18 ore a temperatura ambiente

20140108-220609.jpg

L’impasto dovrà raddoppiare io ho tolto la pellicola dopo 14 ore, quindi vi consiglio di impastarlo la sera e procedere la mattina successiva

20140108-220922.jpg

Infarino abbondantemente il piano di lavoro e verso delicatamente l’impasto senza lavorarlo, aiutatevi solo con un tarocco

20140108-221109.jpg

Piego la pasta in tre

20140108-221233.jpg

20140108-221248.jpg

Giro la parte nell’altro verso e piego in due

20140108-221445.jpg

Queste pieghe servono per fare sviluppare il glutine
Infarino e aiutandomi con una spatola formo una palla
Prendo un canovaccio, lo spolverizzo con farina 00 e farina di mais quella della polenta per intenderci

20140108-221843.jpg

Appoggio l’impasto dando una bella forma e spolverizzo la superficie con le due farine

20140108-222115.jpg

Copro bene senza stringere troppo

20140108-222218.jpg

Lascio lievitare per 2 ore, in estate si può lasciare solo un ora se fa caldo
Mezz’ora prima di infornare accendo il forno a 220 gradi e metto la pentola a scaldare

20140108-222724.jpg

Quando è in temperatura tolgo la pentola dal forno, levo il coperchio e molto delicatamente rovescio l’impasto all’interno

20140108-223002.jpg

Copro e inforno subito per 30 minuti

20140108-223102.jpg

20140108-223142.jpg

20140108-223252.jpg

Dopo 30 minuti tolgo il coperchio e cuocio ancora per 15 /20 minuti

20140108-223413.jpg

A cottura ultimata tolgo il pane dal forno e lo estraggo dalla pentola appoggiandolo su di una gratella, va tagliato solo quando è completamente freddo

20140108-223734.jpg

Ed ecco come si presenta, croccante fuori e morbido all’interno

20140108-223909.jpg

Perfetto sia per il dolce e per il salato
Veramente ! Provatelo ! È fantastico, non avrei mai pensato di ottenere questo risultato!!!!!

20140108-224255.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...